Visita npi 2 anni e mezzo per linguaggio

CONSULTI PER BAMBINI ADOLESCENTI E FAMIGLIE

Gent. Issino dott. De Benedetti,
Le scrivo perchè il mio pediatra mi ha
Consigliato una visita neuropsichiatra per mio figlio che l'11 settembre Compirà 2 anni e mezzo, per il fatto che il bimbo ancora nn parla.
In merito posso dire che nell'ultimo mese il bambino ha avuto
Una bellissima evoluzione del vocabolario, stavfrequentando il nido
Da 2 giorni e le maestre dicono che è partecipe a tutto, non si isola e ascolta. Lo hanno definito un amore. Ovviamente cone ogni mamma avrebbe fatto ho letto un pó in merito per quel che ne potevo comprendere, di quella che avrebbe potuto essere la diagnosi dopo il consulto del neuropsichiatra. Le dico che già ieri mi ha detto " no, mamma brucia" ( aveva paura del bagnetto perchè una settimana fa il bagnoschiuma gli aveva fatto bruciare dei graffi sulle ginocchia) , stiamo provando lo spannolinamento e ancora nn ci siamo riusciti, ma in merito un'altra composzione di frase è stata "ecco pipì" mentre la faceva, oppure dice:" pipì" prima di farla. Inoltre ho notato che ha da poco cominciato a ripetere le mie parole, e che conosce più parole di quel che pensassi. Un mio dubbio è insrente al fatto che fa un po le cose che vuole, risponde si e no quando vuole ( dai 2 anni ha cominciato con :" e no", ora si è calamato) e ad aprile quindi a 2 anni e 1 mese diceva :" mamma viè!" ( mamma vieni) che adesso non dice più. Per alcuni mesi peró devo dire che nn mi diceva nemmeno più i versi degli animali nè mi ha chiamata mamma, poi ha ripreso, ora lo fa, quindi mi auspico il ritorno delle frasi " mamma viè" e il " mamma acqua". Inoltre dottore le dico che sul libretto pediatrico ho visto che il mio pediatra aveva segnato visita NPI a 16 mesi!!! Il dottore non me lo ha mai COMUNiCATO! Chiedendogli delle spiegazioni lui mi ha semplicemente risposto che era un suo " appunto" per ricordarsi di cosa controllare nella visita successiva, che purtroppo si è verificata un anno dopo; causa Covid e stupido terrore, non ci siamo recati a fare il bilancio internedio. Mio figlio l ho sempre visto sanissimo, in più cresce al 97% percentile da sempre, é un toro. Ha iniziato a lallare a 11 mesi, è nato con il frenulo linguale corto( e anche labbiale superiore, per questo gli ho dato solo colostro) a 18 mesi ha iniziato a indicare, ora indica dappertutto, comprende tutto a mio avviso, mi ascolta nelle richieste ( credo abbia molta fiducia di me ). Forse nn sono stata capace a stimolare il linguaggio ma altro, lo acconteravo in altri giochi, ad esempio le vocali ma da lì già a 2 anni ha imparato dalla tv le lettere dell alfabeto in italiano e in iglese e i numeri in italiano ( adesso) fino a 30 ( imparati al mare guardando le cabine numerate) i numeri in inglese fino a 10, conosce moltissimi colori ( 13, anche il grigio con mia sorpresa e distinfue blu e azzurro) sia in italiano che in inglese. Noto negli ultimi 10 gg che alle volte li ripete anche se nn li legge, prima si limitava a leggerli...ma lo fa di rado cone fosse una filastrocca o una canzone... Inoltre iltimamente canta tantissimo le canzoncine! Ora quello che mi spaventa è questo appunto sul libretto pediatrico fatto a 16 mesi. ( scritto con 2 penne si colore diverso...nn saprei) Cosa puó indurre un pediatra a prescrivere una visita neuropsichiatrica così presto?forse il fatto che provavilmente nn i dicava o poco? Ma nn lo ricordo, e se anche solo il medico mi avesse detto dovrebbe farlo o coninciare a farlo non sarei stata così tranquilla e poco attenta in seguito! Devo aggiungere che quando lui aveva 16 mesi Eravamo anche usciti da poco dal lockdown più duro. Mio figlio è nato l11 marzo, abbiamo festeggiato mamma papà e Conte che proclanava la chiusura nazionale. Dimenticavo di dire che si è lasciato completamente dal " dito" di appoggio per camminare a 16 mesi, ma devo sure che già correva dal primo momento e non è quasi mai caduto con un equilibrio perfetto. La ringrazio, spero vivamente in un suo riscontro.

Commenti

Beh, mi sembra che stia cominciando a parlare, in epoca giusta, a quanto scrive, e non mi sembra che ci siano altri aspetti di ritardo o anomalia dello sviluppo. Pertanto non so cos'ha in testa il pediatra. Spero non sia uno dei tanti cacciatori di autistici sguinzagliati per ogni dove che rovinano bambini e famiglie (legga quanto scrivo in proposito qui sul sito o sul libro La Bolla dell'Autismo, può aiutarvi a vederci più chiaro e difendervi dalle trappole...)
Le direi di vedere come procede il bimbo in questo periodo e di risentirci fra un mese o due.

Gent.issimo, la ringrazio per la sua risposta. Io Le devo dire che sono tranquilla, ( sebbene stia somatiZzando) e non vedo l'ora di fare questa visita per il mio piccolo. Ho notato che da poco, pur conoscendo alfabeto e numeri da qualche mese, da circa una settimana alcune volte legge numeri e lettere dappertutto! Indica e pronuncia tutte le letterine e i numeri possibili e immaginabili che trova per strada, in casa pure ma meno. I Nonni dicono che è notmale che i bimbi abbiano queste fasi. Lui alle volte mi porge dei numeri di gomma li compone e mi dice:"20" ecco, se giocassimo con i numeri lui si intratterrebbe un'eternità, ma io nn lo faccio. Lei conferma il fatto che i bimbi così piccoli possano vivere queste fasi?" Grazie

Signora, oggi è in atto la 'caccia all'autistico'. Specialisti e pediatri e psicologi e spesso anche maestre ed educatrici sembrano alla ricerca di minimi 'sintomi' e 'segni' per diagnosticare lo 'Spettro autistico' nel maggior numero di bambini possibile. In questo modo ogni genitore che ha qualche dubbio o preoccupazione per il proprio figlio, spesso indotta da notizie sull'argomento, una vera pubblicità che passa in ogni dove, rischia di cadere in questa vera e propria trappola, che può rovinare la vita al figlio e a lui, facendoli diagnosticare una malattia che invece non ha, e magari facendogli fare 'terapie' fasulle che spesso possono essere dannose. Si creano situazioni, che ho chiamato 'la bolla dell'autismo', in cui il bambino non viene più visto come tale, ma solo come qualcosa da curare, da correggere, stimolare, esercitare, ecc. Veri e propri circoli viziosi.
State attenti a non caderci. Vi vedo già abbastanza dentro la trappola... Se proprio vuole fare la visita prescritta dal pediatra, almeno andateci pronti a difendervi e difendere vostro figlio.

Gent. Issimo,
Le scrivo per informarla che la visita dal Npi è andata bene. Il bimbo ha un ritardo del linguaggio ma attualmente in evoluzione progressiva positiva. Sta recuperando il linguaggio precedente, forma qualche frase e utilizza qualche verbo. Il dottore senbra escludere qualsiasi tipo di autismo e ci ha detto che tra 5/6 parlerà da toglierci la testa. Ha aggiunto che il bambino non ha bisogno di nessuna psicomotricità, ma è bene a casa fate con lui giochi costruttivi parlando attraverso il gioco. Mi sento sollevata. Abbiamo un controllo tra 4 mesi. A scuola si è inserito benissimo e stavfrequebtando la materna!

Bene, avete avuto fortuna a trovare un npi non cacciatore di autistici. Direi che per l'età non si può nemmeno parlare di ritardo del linguaggio. Aggiornateci sull'evoluzione,per favore.

Buongiorno dottore l'aggiorno sull'evoluzione del linguaggio di mio figlio! A scuola si è inserito bene, ascolta gioca con i bimbi ecc, e finalemnte compone le frasi che mi aspettavo: "mamma mi dai il succo", " mamma mi dai il telefono", " mamma banana, mamma in braccio, è passata l'ambulanza, dov'è la pallina verde? E via così. Posso affermare che sta parlando, devo dire che alle volte nn comprendo quallo che chiede, ad esempio adesso mentre scrivo sta cercando qualcosa mi dice "arancione" e indica sulla mensola ma nn abbiamo compreso cosa cerca. Diciamo che ancora nn saluta le persone, ma "ciao mamma" quando sono andata a prenderlo a scuola è stato pronunciato. Lui devo dire ha occhi solo per me. Anche quando gli altri si rivolgono a lui, lui mi guarda sempre negli occhi come se aspettasse una sorra di approvazione nn so come dire. Sono tranquilla. So che crescerà anche dal punto di vista relazionale. Con me è molto comunicativo ma per esempio le stesse frasi nn vengono mai rivolte al papà o ai nonni. Il fatto vhe nn chiami i nonni o il padre puó essere indice del fatto che è un pó troppo legato a me? Visto che sta con me tutto il resto del giorno quando rientra da scuola? Grazie.

Signora, mi sembra che suo figlio stia cominciando a parlare, e l'età è quella giusta. Non abbia fretta e se lo goda, legga quella poesia di una mamma, "non avere fretta", link in colonna destra...

Egregio dottore, le scrivo per chiederle ignorantemente un'opinione. Mio figlio, che sta procedendo nella sua crescita linguistica usa anche termini in inglese. Ha 33 mesi. Conosce i numeri fino a 100 in entrambe le lingue ( italiano ed inglese), l'alfabeto, e alle volte dice: "prendi firetruck, prendi police car" e qualche altra parolina che credo abbia imparato più da youtube che a scuola. Credo che il piccolo abbia una memoria fotografica perchè un giorno in tv ha letto "taxi" e alla parola non era accompagnata l'immagine della macchina. Lei ritiene che l'assorbimento del linguaggio in due lingue sia legato ad un interesse del tipo " il bambino sarà portato per le lingue?" . Perdoni appunto " l'ignoranza della mia domanda".

Signora, non ha alcun senso porsi queste domande, o almeno io non lo capisco. Ma perché deve parlare anche inglese?

Signora, non ha alcun senso porsi queste domande, o almeno io non lo capisco. Ma perché deve parlare anche inglese?

_________________________

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.