Crea sito

Possibile autismo?

CONSULTI PER BAMBINI ADOLESCENTI E FAMIGLIE

Salve dottore, sono una mamma di una bellissima bambina di 2 anni. Sono entrata nel tunnel dell' autismo. Mia figlia è stata da sempre inappetente, per farla mangiare devo mettergli il cellulare con videi o cartoni, lei fissa il tel e io imbocco. La cosa che mi sta preoccupando è il linguaggio, fino a una settimana fa diceva nonna nonno papà, ora non più. Ama correre, infatti fa avanti e indietro per casa, anche con i bambini, per esempio se un bimbo di nasconde lei va a trovarlo e ride. È affettuosa, se gli dico di dare un bacio a suo papà toglie subito il ciuccio e glielo da. Se è a casa dalla nonna e se ne vuole andare inizia a dire ciao ciao ( gna gna) e manda bacini. Se la chiamo non si gira, va se gli dico ANDIAMO O LO VUOI si gira. Non mi guarda negli occhi, ma se le canto le canzoncine mi fissa. Se vuole una cosa che si trova nell altra stanza , viene, mi tira e muove il culetto. Se desidera vedere i cartoni prende il telecomando e me lo porta dicendo qua qua ( ballo del qua qua). È stitica, molto, e devo fargli sempre le perette. Gioca con le costruzioni, le allinea e poi le implica. Sono bello sconforto più totale, oramai piango giorno e notte per la mia bimba. Dottore se lei dalla descrizione fatta percepisce qualcosa di autismo me lo dica, così mi impegno per fare subito una visita al neuropsichiatra. Vi prego rispondete. Grazie

Commenti

Mi sa che anche Lei è stata infettata dal virus della paura dell'autismo. E perchè non pensa al malocchio, o alla possessione demoniaca, ecc.? Hanno la stessa validità scientifica, direi, anche se va più di moda l'autismo, oggi...
Mi chiarisca le sue preoccupazioni e se vuole un mio parere sullo sviluppo della bimba mi mandi le informazioni indicate nel questionario, e qualche video, istruzioni colonna qui a sinistra.

QUESTIONARIO SULLO SVILUPPO PSICOMOTORIO SIMBOLICO-LINGUISTICO E RELAZIONALE

composizione familiare; età dei componenti .....; altre notizie ( bilinguismo, immigrazione, ecc.)

età del bambino/a (data di nascita)

problemi in gravidanza no

NASCITA
a che settimana 39
Parto ( naturale, cesareo - eventuali motivi-, difficoltà) naturale +ventosa
alla nascita : kg3020 l 50 cc 35
(eventuali curve di accrescimento epoche successive)……...
indice di Apgar: 1'……./ 5'……….. durata del ricovero in ospedale……..

PRIMI MESI
allattamento: materno+ artificiale a orario
inizio pappine, minestrine, ecc... 5 mei e mezzo
svezzamento (DISTACCO DAL SENO, o dal biberon, se allattamento artificiale), età 8 mesi con cucchiaino, difficile, ma non voleva il biberon
ritmo sonno veglia nei primi mesi da incubo sempre piageva
persone io.

EPOCA SUCCESSIVA 2 ANNI
Alimentazione mangia solo se guarda video o cartoni fissa e imbocca, sonno buono, pomeriggio dalle 13:30 alle 15:00 sera dalle 23 alle 8 e 30 ( ma la sveglio per mangiare) dorme nel lettone, si addormenta cullata in braccio cn ciuccio
abitudini tempo video: televisione, telefonini, solo per mangiare

- SVILUPPO PSICO-MOTORIO:
dove veniva tenuto preferenzialmente dopo i primi mesi, da sveglio: in braccio
seduto da solo a che età 1 anno
primi spostamenti a che età e come: gattonando a 1 anno
primi passi da solo 15 mesi
capacità motorie attuali corre a volte con le punte dei piendi, sale i gradini aggrappandosi
controllo sfinterico (pipì e popò nel vasino/wc) a che età..... ancora pannolino, perette per andare di corpo

- SVILUPPO RELAZIONALE
RELAZIONE e COMUNICAZIONE nel primo anno di vita
primi sorrisi 3 mesi
curiosità verso oggetti e persone, attenzione,seguire con lo sguardo
Modi di comunicare e richiamare l'attenzione.
Successivamente:
facilità a capirlo e interagire...
facilità al pianto e facilità a consolarlo, coccolarlo, ecc ...
reazione di fronte a persone e ambienti nuovi (diffidenza)
modalità di accudimento: ansioso

FIGURE PRINCIPALI cui è attaccato nonna e nonno i bambino è abituato a vedere altri adulti, parenti, amici? Si

REAZIONI AL DISTACCO dai genitori piange ma poi passa

INTERESSE E CURIOSITÀ VERSO L'ESTERNO.... adulti ...... bambini.....

CONDIVISIONE cerca di coinvolgere tutti a battere le manine se uno non lo fa gli prende le mani e lo invita a battere le mani

- SVILUPPO SIMBOLICO - LINGUISTICO
LINGUAGGIO (età di inizio dei vari punti indicati):
lallazione, gorgheggi 7 mesi
prime parole 12mesi ( anco) che dice tutt ora ( ancora)
due parole insieme non ancora
uso del no e del sì .... solo uso del no
frase minima (verbo e sostantivo )....
capacità di dialogo: a parole NO senza parole NO
INTERESSE E CURIOSITÀ PER GLI OGGETTI
USO DEI GIOCHI gioca con le costruzioni le allinea e poi le implica, da a mangiare alla bambola ( se glielo chiedo) spinge la macchinina da volte ci sale sopra e la fa andare aventi
DISEGNO SPONTANEO
scarabocchio

ATTENZIONE nelle varie attività e interessi: breve ... lunga .... ...

COMPRENSIONE DELLE COSE E DELLE RICHIESTE ....

COMUNICAZIONE DEI SUOI BISOGNI E DESIDERI ....

UMORE

- comportamento tranquillo, SE non gli dai quello che vuole piace e si butta a terra, non ubbidisce, le fissazioni sono se vede scorrere le paroline sotto al Tg lei va alla tv e le tocca, corre avanti e dietro

- SCOLARIZZAZIONE
NO

RAPPORTI SOCIALI, occasioni di incontri con altri, parenti, amicizie, ambiente extrafamiliare ........ ...

- SITUAZIONE AMBIENTALE E FAMILIARE
Il papà lo vede solo alla sera perchè lavora e noi stiamo il giorno con i nonni

- EVENTI Particolari NO

Un altra fissazione è quella di sminuzzare biscotti e fare travaso con i bicchieri.

Le informazioni che dà sono un po' poche. Ho l'impressione che la bambina sia un po' 'viziata'. Mangiare nel modo descritto, dormire nel lettone, addormentarla in braccio a due anni sono modalità educative che non vanno più bene e non aiutano la bambina a crescere. Si è creata forse una situazione un po' ingarbugliata. Mi mandi dei filmati, se vuole, lunghi qualche minuto, in cui si veda la bambina in casa, con le sue cosa, non da sola ma con almeno un'altra persona oltre a quella che fa il video. Forse si potrà vedere qualcosa di più.

Ho visto il video che corre in giardino e va a dare un bacino al nonno... Me ne mandi degli altri, con delle cose che manipola o usa, magari insieme a lei mentre un altro fa il video.

Il video con una persona accanto glielo mando stasera, al momento solo da sola. Le ho appena inviato un video che gioca con le costruzioni

Nel secondo video la bambina gioca in casa con delle costruzioni morbide, facendo una torre e smontandola allineando i pezzi. Attenta, abile, nella norma come capacità per la sua età. La mamma fa la ripresa e cerca di fare un dialogo, in modo mi sembra un po' avulso dall'interesse della bambina, per cui non c'è molto contatto. Però io avevo detto che fosse un altro a fare il video a mamma e bimba insieme, o magari lo fa la mamma a bimba e nonno. Altrimenti come si può vedere l'interazione e in rapporto e la comunicazione?

Il video glielo faccio stasera al rientro del papà dal lavoro. Come le sembra la bimba? Può avere problemi di autismo?

Aggiungo un altro video che gioca con la macchinina. Questo lo fa ogni giorno

Ed ecco il terzo video: non mi dà retta, anche questo è fatto dalla mamma mentre la bimba spinge su e giù l'auto e si ferma alla televisione. Nessun altro presente. I richiami della mamma non sono interessanti per la bambina, che non le dà retta o quasi. Non so perchè nemmeno Lei mi dà retta e non mi dà modo di vedere quello che vorrei vedere. Se non fa come le dico posso dire poco. La bimba non ha problemi motori o di capacità e di uso degli oggetti, a vederla, ( anche con il nonno era affettuosa, anche se il nonno sembrava un po' stanco e poco attivo...) mentre non c'è molto rapporto e dialogo. Come mai? Quando una telefonata non funziona, il difetto può essere in un ricevitore o nell'altro o nella linea ecc ecc. Bisogna guardare tutto per vedere cosa può esserci che ostacola le comunicazioni.
Forse anche riguardo alle notizie sulla storia della bimba e della vita familiare potrebbe dirmi di più per potermi fare un idea e darle il mio parere.

Gentile dottore, avete ragione forse non ho comunicazione con mia figlia, forse non l ho mai avuta. La mia fissazione era il " mangiare" quando era più piccola. Ha avuto anche molto vomito, io ad ogni episodio mi spaventavo tanto e quando rimetteva la davo a mia mamma e io scappavo e la piccolina cercava me. Ho sempre avuto la fobia del " soffocamento". Mi sento davvero una pessima madre. Come le sembra la bimba dai video? Oramai mi sono fissata con l autismo, ho cercato in rete e tutto mi porta all autismo. Ieri mi sono un pochino rallegrata, ho visto la bimba interagire con una bambina, l ha toccata e quando se ne è andata piangeva e chiamava biba. Abitiamo vicino a questa famiglia della bambina, la mia piccola conosce la sua casa e ogni volta sta dietro la porta della casa della bimba. Aiutatemi a capire cos ha mia figlia!

Signora, le ultime informazioni che ha aggiunto e gli ultimi due video chiariscono il quadro e rassicurano. Non c'è nessun autismo. Nei due video finalmente c'è qualcosa di molto buono, fra madre e figlia: sia nel girotondo che nel gioco di infilare i cerchi la bambina partecipa liberamente e spontaneamente, interessata. E con i cerchi la mamma rispetta le iniziative della bimba, capisce le sue richieste e la segue, riuscendo a mettere da parte quello che vorrebbe lei e invece seguendo quello che vuole la bimba. E' esattamente come si deve fare. Bisogna rispettare, fin dall'inizio, la personalità della bambina, i suoi desideri autonomi e le sue iniziative, rinunciando a a voler far fare alla bimba quello che vuole la mamma.
Qui si vede che se la mamma riesce a trattenere le sue ansie e i suoi desideri che la bimba impari tutto e subito ( per calmare le ansie della mamma), ma la lascia esplorare le cose e ripeterle e fare esperienza, così la bimba è libera e autonoma e impara e comunica e c'è dialogo, anche senza parole. Le esperienze negli ultimi video sono buone esperienza per la bimba, fondamentali per il suo sviluppo e il suo apprendimento. Cerchi di avere durante il giorno diversi momenti così. Non si può farlo 24 ore su 24, ovviamente.
La bimba è intelligente, attenta, interessata, disponibile e ha tutte le capacità per continuare lo sviluppo e imparare. Fondamentali sono queste buone esperienze che può fare, con la mamma e con le altre persone. E anche la mamma è capace e brava e può capire la figlia e ricostruire il rapporto con lei, se si libera da paure e ansie e da tutte le ubbie sull'autismo ecc. Non legga più dell'autismo e invece osservi e impari a conoscere la sua bimba. Non occorre che le insegni, con le cose a disposizione basta che segua le iniziative e le richieste della bimba. Penso che fra qualche tempo ci darà aggiornamenti positivi!

E cominci a metterla nel suo lettino, addormentarla cantandogli una canzoncina, stando vicino a lei, e poi a dire filastrocche, ma per divertirsi con lei, non per insegnarle! Divertendosi si impara molto meglio. Insomma cominciare a trattarla da bambina un po' più grande. Ovviamente un po' alla volta.

Grazie dell' attenzione dottore. Seguirò i suoi consigli. Quindi anche se non mi guarda negli occhi mentre gioca, corre quasi sempre per la casa facendo avanti e dietro, a volte corre con le punte dei piedini, non mi ascolta quando la richiamo... devo stare tranquilla? La mia pediatra mi detto di andare da un neuropsichiatra infantile perchè non parla

Temo che molti pediatri oggi e molti neuropsichiatri infantili siano anche loro preda dalla psicosi dell'autismo e andare da loro spesso butta le famiglie in tunnel angoscianti che non finiscono più, come può vedere da altri consulti.
Io le consiglierei di cambiare atteggiamento verso sua figlia e cercare di conoscerla meglio e di imparare così a rapportarsi con lei. Vediamo così che succede nei prossimi tempi.

Gentile Dottore, vi ho inviato alcuni video della bimba sull' e-mail

Ho visto altri due video, che mangia un tramezzino e che gioca con la lavagna. Pacata, senza fretta, risponde ai suoi richiami. Ho l'impressione che ci vorrebbe un po' più vivacità e allegria, non bastano i giochi meccanici o elettronici e le canzoncine sdolcinate e false che vengono da questi giochini.
Se da voi si può ricominciare a uscire è bene andare fuori, a fare esperienze interessanti e conoscere il mondo di fuori. Ma senza forzare la bambina, lasciandola seguire i suoi interessi.
Cerchi Lei signora di uscire dal panico e di non fissarsi sulle sue paure in modo da essere facilmente raggiungibile dalla bambina.
Vediamo come proseguenei prossimi tempi.

Buongiorno dottore, la volevo aggiornare sullo sviluppo di mia figlia di 2 anni. Ha iniziato di nuovo a chiamare il nonno, la nonna ed il papà. Se lo porto a casa dei miei e magari mia mamma non c è dice ( nanna?) Per dire nonna!!! Ga iniziato a bere da sola dal biberon, cosa che prima non faceva! Ho notato che si gira di più se chiamata. Quando sente in televisore paroline ( tipo girotondo) mi guarda per dire guarda cosa hanno detto! Giochiamo spesso a fare girotondo, interagisce con tutti
, lei ha inventato un gioco, con l indice della mano, tipo batti cinque, ma con l indice. Se vede bambini gli va dietro, l altra volta gli ho fatto vedere gli uccellini, indicadoglieli. Ieri gli ho chiesto ( dove sono gli uccellini?) E me l ha indicati. Se gli dico ( dove sono le scarpe?) Me li indica con il ditino. La cosa che mi preoccupa è che noto una certa paura dei rumori, frullatore, moto ecc ecc. Allinea oggetti, ma alcuni, non tutti. Non parla, ogni tanto la vedo correre contro un muro dice qualche parolina a modo suo e di nuovo corre ( sarà un gioco?). Sono preoccupata, perché vedo molti coetanei molto più avanti di lei, parlano, capiscono tutto ecc ecc... e la paura dell autismo mi assale

La 'paura dell'autismo' è diventata la sua fobia, che la ostacola nello stare con sua figlia. La bimba mi sembra progredire, a quanto dice. Questo è l'importante. Non badi ai 'sintomi' che ha trovato in internet. Credo che continuerà a progredire quanto più lei riuscirà a liberarsi dalla sua fobia, per trovare un modo naturale, spontaneo e vero di stare con sua figlia.

Buongiorno dottore, ho notato che la mia bambina quando gioca con gli altri bimbi vuole per forza i giochi. Li pretende, urla e trema. Che devo fare? Rimproverarla? Si innervosisce se gli toccano i giochi con cui sta giocando e si allontana.

Se siamo in casa di qualche amichetta, vuole per forza, per esempio, una palla, se la prende, vuole venire in braccio, saluta per andare via

Guardi che gli esperti non servono, il più delle volte... Ci vuole il buon senso e la capacità normale di barcamenarsi nei normali e quotidiani problemi della vita.
Cos'è che le impedisce di farlo? penso che ce l'abbia, ovviamente. ma forse l'ansia la fa andare in tilt e la blocca. Cerchi quindi di non fare crescere l'ansia con la lettura di internet e di ogni cosa che dia benzina al fuoco del fantasma dell'autismo...
Buon senso, calma, pazienza e un po' di coraggio... vedrà che se fa così anche sua figlia imparerà a rispettare i limiti e i diritti degli altri, senza troppi drammi.
I figli imparano imitando quello che fanno i genitori, I bimbi sono come delle spugne che assorbono tutto. Lo aveva scoperto la Montessori più di cento anni fa. Le cose che vedono sono quasi un cibo che assumono. Se è buono li fa crescere bene, se non è troppo buono può dare dei disturbi, come il normale cibo per il corpo...

Buongiorno dottore, scusi se la disturbo. Oggi mia figlia ha visto una macchina uguale a suo nonno. Appena la vista ha esclamato " nonno" ma lo pronuncia in modo atipico come i " sordomuti" nel senso che si sforza. Durante il giorno si sforza a parlare ma non ci riesce. È il caso di andare da un logopedista? Ha 2 anni!

Perché mai? Pensa che a due anni tutti i bambini parlino già? Non è così. Si tolga i paraocchi e cerchi di vedere sua figlia come persona, di conoscerla e di capirla. Non c 'è bisogno delle parole.

salve dottore, vi aggiorno su mia figlia, ora ha 25 mesi. ha iniziato a chiamarmi mamma e a chiamare il cagnolino della nostra vicina di casa per nome. sa quasi tutte le parti del corpo. è una furbetta, per esempio, quando siamo a letto, nasconde il cuccio sotto il cuscino, poi mi guarda e dice uuuu ( lo chiama così il ciuccio) per dire che non c è più, alla mia risposta " dove hai messo il ciuccio?" lei sorridente lo prende da sotto il cuscino. ieri ha visto una bambino più piccolo di lei, io lo stavo giocando ( batti le manine e bubu settete) e lei imitava i miei gesti, pretendeva bacini da quel bimbo. vuole sempre andare in macchina, infatti prende per mano sempre suo nonno e lo conduce verso la macchina.la cosa che mi preoccupa è che non mi guarda negli occhi abbastanza ed ho notato un'estremo attaccamento a me. mentre prima stava e andava volentieri con la nonna e la zia non mi cercava.

Sta procedendo bene, quindi. Perchè si preoccupa lo stesso di ogni cosa che nota nella bimba? Invece che 'preoccuparsi', non potrebbe 'pensarci' e cercare di capire i pensieri i sentimenti le emozioni della bimba? Domandarsi cosa vuole dire il suo comportamento, cosa pensa la bimba?. Come con una persona che uno cerca di conoscere, si cerca di capire cosa pensa dai suoi atteggiamenti, ecc.
Avrà paura che la mamma vada via? Avrà paura di vedere nei suoi occhi qualcosa che le fa paura?

dottore, scusi se la disturbo nuovamente, la bimba non parla , ne indica.. ma vocalizza guardandomi ( e tutto un aaaa uuuu ) ma io la capisco cosa vuole! mi chiedevo se il vocalizzare è una forma di comunicazione.

Beh, se Lei capisce cosa vuole la bambina, significa che Lei recepisce e capisce il contenuto di una comunicazione che la bambina le manda, direi. No?
Se al telefono con qualcuno Lei capisce un qualche messaggio, vuol dire che questo messaggio c'è ed è venuto da qualche parte.
Per capirsi non occorrono le parole ( salvo che al telefono)! E forse queste vengono solo dopo che si è creato un canale di comunicazione con qualcuno. Se non c'è nessuno che ascolta, non c'è nessuna spinta a parlare, a comunicare.
E per la bambina il fatto di essere capita è lo stimolo migliore per continuare a comunicare e per sviluppare modi di comunicazione più maturi, via via, imitando e imparando dalle persone delle ambiente e dal modo in cui queste comunicano, con la bimba e fra loro.

buongiorno dottore, ieri siamo stati dal pediatra, mi ha consigliato una visita neuropsichiatrica per mia figlia in quanto non parla, dice poche paroline. ha osservato mia figlia mentre correva e vocalizzava tra sé e strisciava un dito lungo i muri che osserva con sguardo tangenziale, io lo vedevo come un gioco. anche a casa lo fa. mi ha parlato di sospetto autismo. devo dire che mia figlia adora i bambini, quelli più piccoli di lei, li fa giocare, cioè prende proprio i suoi giochini e glieli da, gli batte le manine, gli da l acqua dal biberon. conosce i nomi di quasi tutti i familiari anche se non riesce a dirli, dorme benissimo. sul mangiare è sempre stata inappetente e come le dicevo devo mettergli i cartoni, si distrae , e io imbocco. della volte quando la prendo in braccio ( con la forza, per esempio se passa una macchina e lei corre) mi picchia, al mio richiamo : Di picchia la mamma??? lei ride a forza. lo fa per sdrammatizzare, se ne accorge che sta sbagliando. secondo lei è il coso di valutare la mia bambina di 26 mesi da un neuropsichiatra?

Beh, anch'io sono un neuropsichiatra..., e le ho dato il mio parere... ma non siamo tutti uguali, per cui non so cosa risponderle, se sarà utile o no fare questa valutazione. Riguardo al 'sospetto autismo' avrà letto quello che scrivo sul sito e ora anche sul libro che è uscito da poco. Non ha senso secondo me domandarsi se è 'autismo' ( visto che non si sa cos'è e in realtà forse non c'è), piuttosto meglio vedere se c'è qualche cosa che può ostacolare lo sviluppo, caso per caso, che è quello che cerco di fare. La sola mancanza di linguaggio a due anni non è comunque una cosa rara. Gli altri comportamenti
possono essere un segno di ansia o di disagio, o di immaturità, ecc. E' utile cercare di capirli e di capire la bambina, come dicevo.
Ad esempio se la bimba la picchia, vuol dire che è arrabbiata con lei, in quel momento: forse non vuole essere presa in braccio. C'è da capire perchè, ma anche da accettarlo Bisogna rispettare la volontà dei bambini ( quando possibile), come con tutte le persone. Sono persone anche i bambini, anche se piccole...

salve dottore, ho contattato un neuropsichiatra della zona, ancora purtroppo non fanno visite per colpa del coronavirus. ho descritto mia figlia al medico telefonicamente ed anche lui mi ha detto di non cercare nulla su autismo in internet. Io sono molta ansiosa e la pediatra mi ha messo questa pulce nell'orecchio. Vi aggiorno su mia figlia : vuole sempre un bambino che abita vicino a noi, lo chiamo bibo, vuole che lo tengo io in braccio, se si avvicina qualcuno a prenderlo inizia a piangere, pensa che è nostro. ma fa così con tutti i bambini più piccoli. gli da i suoi giocattoli per farlo giocare, vuole che lo metto nel passeggino, così lei lo spinge. dice qualche parolina, ma non chiara e con tono acuto. se gli canto la canzoncina del " se si felice" esegue tutti i comandi. però non la vedo al pari dei suoi coetanei. la vedo " infantile" forse per questo adora i bimbi più piccoli di lei

Signora, per favore, non faccia più i confronti con i coetanei. Si metta i paraocchi e guardi solo sua figlia, per imparare a capirla conoscerla, rispondere alla sue richieste, seguirla nelle sue iniziative, senza disturbarla, senza insegnarle, senza chiedersi se è normale o no. Importante è la conoscenza reciproca e lo stare bene insieme. Non le dia 'comandi', non è mica un cavallo da circo, e non le canti quelle orribili canzoncine. Molte meglio le vecchie filastrocche, amarabà cici cocò, le ninne nanne, 44 gatti... Parlare di 'felicità' porta sfortuna, lo eviti. E la lasci essere 'infantile', vedrà che passerà anche troppo in fretta...

_________________________

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.