Crea sito

bimbo di 18 mesi che non parla

CONSULTI PER BAMBINI ADOLESCENTI E FAMIGLIE

QUESTIONARIO SULLO SVILUPPO PSICOMOTORIO SIMBOLICO-LINGUISTICO E RELAZIONALE
composizione familiare: Mamma, papà e figlio;
età dei componenti : 35mamma, 34 papà, 19 mesi bimbo;
altre notizie ( bilinguismo, immigrazione, ecc.)
età del bambino/a (19/10/2018)
problemi in gravidanza: gravidanza avuta con fecondazione assistita. Dalla 14esima sett ho avuto delle perdite ematiche per piccoli distacchi di placenta.
NASCITA
a che settimana 39+5

Parto ( naturale, cesareo - eventuali motivi-, difficoltà) cesareo, il bambino stava andando in sofferenza

alla nascita : peso 2.890kg, altezza50, circonferenza cranica 34

(eventuali curve di accrescimento epoche successive) tutte regolari

indice di Apgar: 1’ 8./ 5’ 9.. durata del ricovero in ospedale quasi 4gg

PRIMI MESI
allattamento: materno si. artificiale si, a richiesta. Difficoltà pigro nella suzione.

inizio pappine 5 mesi e mezzo, minestrine 6 mesi

svezzamento (DISTACCO DAL SENO), età 5 mesi e mezzo, distacco volontario

eventuali difficoltà...nessuna

ritmo sonno veglia nei primi mesi, orari, difficoltà...Regolare, si svegliava ogni 3 ore oer mangiare. A 2mesi e mezzo ha iniziato a dormire tutta la notte.

persone che lo accudivano Mamma fino ai 10 mesi, poi Papà e nonna materna.

eventuale ritorno al lavoro della mamma: a quanti mesi?10 mesi reazioni del bimbo i primi due giorni si svegliava piangendo quando stavo per andare via.

EPOCA SUCCESSIVA
alimentazione mangia tutto, ma è molto metodico negli orari. Pranzo ore 12/12.30 cena 19/19.30. Sonno abbastanza regolare; riposino pomeridiano max 2 ore. Dai 17 mesi ad oggi le notti sono un po irrequiete. Si sveglia e ci vogliono anche ore per farlo riaddormentare.
orari e modalità (dove dorme, come si addormenta, ecc) va a dormire la sera verso le 22.30 massimo. Da sempre verso le 3 del mattino inizia a girarsi nella culla perché ha fame. Solitamente prende il latte e si riaddormenta. Si addormenta sempre ne l passeggino e poi lo mettiamo nella culla. Non è abituato a dormire in mezzo e non ci vuole stare se si prova a metterlo. Non è abituato ad addormentarsi in braccio;successo 2/3 volte nell’ultimo periodo ma non succedava da un anno.

abitudini ( ciuccio, biberon, orsacchiotto, copertina, ecc) prende il ciuccio, nelle ultime settimane stiamo cercando di toglierlo e lo usa solo per dormire o quando vediamo che si innervosisce perché lo vuole per forza. Ma da quando lo stiamo togliendo ci sono momenti in cui lo butta e se distratto se lo dimentica proprio. Usa il biberon per il latte e ne ha uno solo per l’ acqua; ho provato con altri bicchieri appositi per bere ma vuole le cose facili. Tra poco proveremo con il bicchiere con la cannuccia.
tempo video: televisione finchè sono stata a casa non lo vedeva; lo accendevo ma mettevo la musica e lo schermo era nero. Crescendo si è attaccato molto alla tv, prende il telecomando e la accenda da solo, e ti porta il telecomando per cambiare il canale se quello che sta vedendo non gli interessa. Nelle ultime settimane anche la tv è stata ridotta. Nascondo i telecomandi e la vede solo quando deve pranzare o cenare. Oppure prima di cenare, verso le 19 perché un po’ per la fame un po’ per la mancanza di ciuccio inizia a diventare un po’ irrequieto. E la vede quando noi siamo a tavola per pranzare o cenare; ma se è da solo con me la vede solo a pranzo e a cena.
Telefonini per cambiare il pannolino e metterlo nel passeggino.

- SVILUPPO PSICO-MOTORIO:
dove veniva tenuto preferenzialmente dopo i primi mesi, da sveglio: nel box, sul passeggino, sul tappeto, libero di muoversi

seduto da solo a che età: a 3 mesi si manteneva già seduto da solo, tantè che il pediatra se lo segnò a pc durante un bilancio.

primi spostamenti a che età e come: 6mesi ha iniziato a rotolarsi nel box, ma non lo faceva a terra. Verso i 9 mesi ha strisciato arrivando dove voleva. Non ha fatto uso del girello. Ha gattonato pochissimo, quasi nulla. Si iniziava ad alzare già a 5 mesi sul divano appoggiandosi allo schienale. Verso i 9 e mezzo 10 mesi strisciando raggiungeva il muro o le gambe del sediolone e si metteva in piedi.

primi passi da solo a 11 mesi

capacità motorie attuali: corre, cammina tranquillo senza l’ aiuto della mano; va sulle punte e sui talloni. Si alza e si abbassa sulle gambe con molta facilità.

controllo sfinterico (pipì e popò nel vasino/wc) a che età fa ancora tutto nel pannolino, anche se verso gli 8 mesi sono riuscita a fargli fare qualche volta la cacca nel vasino. Sa a cosa serve il vasino e lo usa come gioco per sedersi. Sto provando a metterlo sul wc, per ora senza risultato.

- SVILUPPO RELAZIONALE
RELAZIONE e COMUNICAZIONE nel primo anno di vita
primi sorrisi: verso i 3 mesi e mezzo/ 4 alle persone.

curiosità verso oggetti e persone, attenzione,seguire con lo sguardo: verso i 4 mesi

Modi di comunicare e richiamare l'attenzione: coi versi o piangendo. Dai 6mesi ha iniziato con la lallazione, poi improvvisamente piu nulla dopo che si è attaccato ancora di più al ciuccio. Dopo l’ anno ogni tanto ha detto papapapapapa. Poi all’ improvviso nulla più. Verso i 17 mesi ha ridetto qualche volta papapapapa, una sola volta mamamamama. E un'altra volta più nulla. Ora a che stiamo togliendo il ciuccio e soprattutto dopo la febbre post vaccino MPRV, abbiamo notato un grande cambiamento. Sembra ogni giorno un bambino più grande e sveglio e inizia a vocalizzare di più. Si guarda anche allo speccio e a modo suo parla: aaaaaaaaaaaa, mmmmmmmm e sorride. Lo stesso fa sia con gli oggetti che gli interessano, con le persone o se vede qualcosa che gli piace e lo rende felice. È un bambino sempre sorridente ed è sempre stato spronato a parlare.senza risultato. Forse ora a quasi 19 mesi chiedendo come fa il cavallo ogni tanto mi risponde hiiii.

Successivamente:
facilità a capirlo e interagire: si fa capire benissimo per qualsiasi cosa vuole
facilità al pianto e facilità a consolarlo, coccolarlo: crescendo e capendo sempre di più sta diventando un po’ capriccioso. Piange quando non ottiene ciò che vuole, anche se noi non gliele diamo tutte vinte. Quando viene sgridato piange, ma alcune volte si gira e si mette a ridere; Riusciamo a consolarlo tranquillamente e quando lui vuole si fa coccolare.

reazione di fronte a persone e ambienti nuovi (diffidenza, paura, pianto...): e un bambino molto curioso. È felice nel vedere le persone .

modalità di accudimento: Mamma:ansiosa, apprensiva. Padre: preoccupato, tranquillo, ma in alcune situazioni riesce a mantenere la calma.
FIGURE PRINCIPALI cui è attaccato: mamma e papà e nonna materna che lo accudisce quando noi lavoriamo.
il bambino è abituato a vedere altri adulti, parenti, amici? Zie materne, vicini di casa; nonni paterni quando riescono a venire loro a trovare noi o viceversa, poiché viviamo in regioni diverse.
REAZIONI AL DISTACCO dai genitori. Restando con la nonna o una sola volta con la vicina di casa, non ha avuto reazioni perché distratto.
INTERESSE E CURIOSITÀ VERSO LE PERSONE .... adulti si; bambini se li incrociamo durante passeggiate cerca di attirare la loro attenzione.
CONDIVISIONE cerca di coinvolgere, condividere interessi, attività, stati d'animo? cerca l'attenzione delle altre persone, magari per farsi battere le mani, o dire bravo, ecc? Attivamente.... Solo passivamente .... Non è interessato a condividere: cerca di coinvolgere, se vede che ci sono molte persone che gli prestano attenzione fa anche il pagliaccio per farsi battere le mani e cercare consensi e approvazioni per le cose che fa. Fa tutto attivamente, se giochi a nascondino ti viene a cercare.
- SVILUPPO SIMBOLICO - LINGUISTICO
LINGUAGGIO (età di inizio dei vari punti indicati):
lallazione, gorgheggi...6 mesi

prime parole: NON PARLA
due parole insieme ...
uso del no e del sì ....
frase minima (verbo e sostantivo )....

capacità di dialogo: a parole nessuna; senza parole: fa capire tutto quello che vuole.

INTERESSE E CURIOSITÀ PER GLI OGGETTI
USO DEI GIOCHI e degli oggetti ( gioco funzionale ....imitativo .....rappresentativo ), descrivete come usa giochi e oggetti: gioca con le costruzioni, fa le torri, ultimamente lo fa con i barattoli dei legumi. Gioca con le forme ad incastro riuscendoci e quando non ci riesce o ti viene vicino e ti chiede aiuto, o butta tutto per l’aria e vai via, anche cambiando gioco. Gioca con l’arca degli animali, che andrebbero ad incastro nelle loro forme, ma lui sa che gli animali devono andare nell’ arca e li mette anche tutti da dalla stessa fessura. Gioca con un piccolo pianoforte con xilofono, suonando i tasti con le dita e ogni tando s, se ne ha voglia, usa le bacchette per lo xilofono; è attratto dalle luci che fanno le forme sui muri, prende lui i giochi, facendoti capire di accenderlo e va a fare le ombre vicino al muro,divano,mobile, pavimento, soffitto puntando le braccia verso l’alto, e al buio dopo che gli si è spiegato e fatto vedere che con poca luce le ombre si vedono di più. Sa giocare con una cassettina degli attrezzi mettendo le viti nei loro buchi. Ultimamente si sta appassionando ai colori. Gli è stato preso un tappeto con colori ad acqua e lui cerca il pennarello e se il tappeto un è a terra lo prende e lo apre e se non riesce te lo porta per farlo sistemare sul pavimento. Si ricorda dopo anche mesi di avere giochi che non vede e li va a scavare nella sua cesta dei giochi. E ogni tanto fa finta di parlare a telefono. Inizialmente portava la mano all’orecchio, ora o il suo telefono giocattolo o il cordless di casa che usa anche come trottola. Gioca con la sua trottola, schiacciandogli la testa per far girare le palline al suo interno. Gioca con le pentole, sia per il piacere del rumore e qualche volta ha imitato di mescolare qualcosa. Gli piace giocare con la scopa e capisce che serve per pulire il pavimento. La stessa cosa con l’ aspirapolvere. Ci va vicino gli sorride e fa dei versi, vuole anche che gli vanga data per passarla lui. Gli piace giocare con la scolapasta, ci si siede dentro e dondola come se fosse un doldolino e la cosa lo diverte tantissimo. Una volta per gioco ha visto meme mettere i contenitori in testa come se fossero un casco e ripete volontariamente e autonomamente il gesto. Gli piace giocare con le calamite. Gli piace sfogliare i libri per bambini e gioca molto con un libro che emette il verso degli animali. Ti prende la mano e ti porta sui singoli animali per sapere che animale è. Gioca con la vespa triciclo senza pedali, ma si spinge all’indietro invece che avanti. Stacca le spine dalla presa e vuole rimetterla nella presa. Quando gli si cantano filastrocche, tipo la lavanderia, se ha voglia ti viene dietro ripetendo i gesti; ma gli piace sertirle cantare. Se ti vede con una gamba accavallata all’altra ti sale sul piede per fare il cavalluccio.

DISEGNO SPONTANEO: linee sia con la mano destra che sinistra.

ATTENZIONE nelle varie attività e interessi: spesso breve. Dipende da che tipo di interesse ha verso quel gioco o oggetto in quel momento.
COMPRENSIONE DELLE COSE E DELLE RICHIESTE: le cose le capisce tutte. Sono le nostre richieste che a volte fa finta di non capire, perché ci accorgiamo che sott’occhio ci guarda e ride.
COMUNICAZIONE DEI SUOI BISOGNI E DESIDERI o ci prende per mano portandoci verso ciò che gli interessa, o se facciamo finta di non capire piange per avere ciò che vuole.
UMORE
- COMPORTAMENTO
(tranquillo, iperattivo, capriccioso, ecc)....,
adesione a regole, orari, limiti, ....
obbedienza agli adulti .....
reazione a divieti, frustrazioni ....
capricci, bizze ...
paure, fissazioni....
- SCOLARIZZAZIONE: non va a scuola

RAPPORTI SOCIALI, occasioni di incontri con altri, parenti, amicizie, ambiente extrafamiliare: sempre molto socievole. Inizialmente ha un po’ di vergogna ma poi si lascia andare.
- SITUAZIONE AMBIENTALE E FAMILIARE
altri conviventi (nonni, parenti, ecc) Nessuno
Organizzazione familiare per l'accudimento (orari dei genitori, nonni, baby sitter, ecc: descrivete come siete organizzati, la giornata tipo del bambino e della famiglia): Siamo genitori entrambi lavoratori, mio marito è turnista( lavora due giorni e tre è a casa), io lavoro dal lunedi al venerdi. Quando avado a lavoro e mio marito è a casa resta tutto il giorno con lui; se mio marito non c’è resra con mia madre, finchè non torno da lavoro. Quando si sveglia vuole correre subito in cucina per giocare, se ha fame prende il latte o uno yougurt. Viene lavato, cambiato e vestito e continua a giocare. Ci sono momenti che vuole vedere la tv, ma noi cerchiamo di distrarlo con altre attività. Verso le 11.30 inizia a far capire che ha fame andando verso la cucina e cercando di vedere sui fornelli. 12/12.30 pranza vede un po la tv. Alle 14inizia a farti capire che ha sonno e verso le 14.30 si addormenta sul passeggino, perché non c’è verso di farlo addormentare in culla o sul letto o divano. Verso loe 16.30/17 si sveglia fa merenda, con uno yougurt o un frutto grattato. La pera e la mela non gli piacciono a pezzetti. Ma grattati li mangia. A volte mangia qualche pezzettino di banana. Verso le 19/19.30 cena e per le 22.30/23 va a dormire. Addormentandosi sempre nel passeggino.
modalità educative (permissive, ferme, severe, variabili, orari di sonno, dove dorme, chi 'comanda': adulti o bimbo? ecc .....): sugli orari di mangiare e dormire comanda lui, sul resto cerchiamo noi di avere il comando. Nella maggior parte delle situazioni cerchiamo di essere fermi, siamo anche permissivi( in base a quello nche può e non può fare). Io mamma alcune volte sono anche severa.

- EVENTI PARTICOLARI: nessuno

Commenti

Ma il pediatra non ve l'ha detto che è normale che a 19 mesi ancora non parli? O i nonni, o altre persone esperte di bambini?. E' vero che qualche bambino comincia già a questa età o prima, ma è normale cominciare a parlare nel terzo anno, e anche dopo. Come i fiori, ci sono quelli che fioriscono prima e quelli dopo.
Per il resto il bambino sembra assolutamente normale e vispo. Magari cessate l'abitudine della televisione per mangiare. Meglio stare insieme e chiaccherare e lasciare che cominci a mangiare da sè quello che vuole, senza forzarlo. E anche a dormire cominciate a metterlo nella culla e fargli compagnia finchè si addormenta. Bisogna lasciare le abitudini più da bambino piccolo e trattarlo più dalla sua età. Senza patemi, sembra un bambino con le idee chiare...

Salve dottore, la ringrazio per la sua celere risposta. i nostri parenti e amici che hanno bimbi ci hanno rassicurato.Il pediatra in realtà ha detto di tenere sotto controllo questa situazione e tenerlo aggiornato e di togliere il ciuccio; e che, se entro i due anni ancora non parla, fare una visita dal neuropsichiatria infantile perché solo lui può segnare terapie di psicomotricità; anche perché questo suo ritardo nel parlare gli potrebbe portare problemi crescendo e andando a scuola, tipo elementari. Questo ci ha un po' allarmati e abbiamo preferito contattarla per avere un suo parere, anche grazie ad una amica di mio marito che in passato si è trovata bene con i suoi consigli.

Certi pediatri temo siano dannosi ai bambini e alle famiglie. Le cose che vi ha detto sono fandonie, falsità allarmistiche e basta. La psicomotricità è la panacea di questi tempi. Praticamente inutile ma consigliata a tutti. I bambini non ne hanno bisogno, si 'psico-muovono' da soli, se non gli si mettono ostacoli e impedimenti. Sono questi da evitare ( leggete gli errori frequenti dei genitori, nella colonna qui a destra).
E non si possono prevedere difficoltà e problemi futuri, a meno di non avere la sfera di cristallo. Se ci saranno si affronteranno a suo tempo.
State alla larga da certi 'esperti' di bambini di questi tempi, se potete. Almeno non ne avrete danni, perchè quello che vendono non è sempre innocuo.

_________________________

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.