Crea sito

Comportamenti violenti

CONSULTI PER BAMBINI ADOLESCENTI E FAMIGLIE

Mio figlio ha 6 anni, e con lui le giornate sono infernali. Ha reazioni violente, picchia tutti i componenti della famiglia, se non riusciamo a fermarlo. Abbiamo consultato il servizio nazionale ma il secondo appuntamento lo abbiamo a giugno. Nel frattempo non so più come fare. Urla tutto il giorno, spacca le cose e non sappiamo come rapportarci. Se siamo dolci non funziona, se siamo severi la situazione peggiora. Se proviamo a parlarci non ascolta anzi si fa del male da solo. Ho altre due figlie più grandi che non hanno più una vita. Non possono portare amiche a casa o fare i compiti senza che lui non dia costantemente fastidio. Non sta mai fermo. La notte anche dormire é complicato. Si alza, parla, trema, tira pugni nel sonno. Noi siamo sfiniti. Non sappiamo come comportarci. Ma soprattutto non capiamo cos'abbia.

Commenti

Dovreste darmi più informazioni, seguendo il questionario nella colonna qui a sinistra, e magari mandatemi qualche breve video del bambino per conoscerlo un po'.

Ok. Allora faremo dei video per riprenderlo nelle situazioni normali. Quando é tranquillo giusto?

Composizione familiare :
Mamma 42 anni
Papà 43
Sorella 19 anni ( padre diverso )
Sorella 11 anni ( padre diverso )
Nonna materna 65 anni
Età del bambino 6 anni data di nascita 4 ottobre 2013
Gravidanza a termine parto naturale allattamento al seno a richiesta fino al 6 mese. Dormito sempre pochissimo. Un paio di ore a notte. Pianti continui. Ciuccio fino a un anno. Dorme nel lettone dalla nascita. Si addormenta guardando la TV e solo se accanto ci sono mamma o papà. Ha camminato a 11 mesi. Iniziato a parlare prestissimo. É stato sempre con me fino a 3 anni. Poi ho ricominciato a lavorare. Ha passato molto tempo con il papà che nel frattempo non lavorava. Da 3 mesi il papà ha ricominciato a lavorare e la situazione é precipitata. Alla materna non é andato. Impossibile portarlo. Non stava con nessuno al di fuori della famiglia. Adesso frequenta regolarmente le elementari ma sempre con molta fatica per farcelo andare. Conta i giorni. Ogni mattino si sveglia e conta i giornì che lo separano dal sabato per stare a casa. Prima che iniziasse le elementari non interagiva con nessun bambino. Si pietrificava quando veniva avvicinato. Adesso sembra che abbia fatto delle amicizie ma é sempre molto sulle sue. Nei suoi disegni rappresenta dei cerchi colorati. Quando vuole una cosa la chiede sempre con prepotenza eq agitazione. Non gli piacciono le regole. Non ubbidisce. Si sente frustrato e oppresso quando deve fare una cosa che non vuole. Quando lavoriamo sta con la nonna. Gioca molto con la sorella di 11 anni . Ma poi la picchia quando smette di giocare. Vorrebbe che lei facesse sempre quello che lui vuole e scarica la sua rabbia soprattutto su di lei e sulla nonna.
Spero che queste notizie possano essere d'aiuto.

Difficile rispondere. Mi scuso anche del ritardo, l'avevo dimenticato forse non per caso. Non ho abbastanza elementi per pronunciarmi, a distanza. Ho l'impressione che la situazione attuale sia il risultato di una lunga strada, dove forse molte cose non sono andate nel modo giusto e si sono fatti degli errori. Il ragazzino ha imparato a comportarsi così e non ha imparato a comportarsi più normalmente, a stare con gli altri. Forse avete trascurato la situazione fino ad accorgervene un po' tardi. Comunque direi chi e il problema non è del bambino, ma delle esperienze che ha fatto, non buone per lui. Cosa fare a questo punto? Penso che ci vorrebbe un aiuto a tutta la famiglia a capire cos'è che non va abbastanza bene nella situazione e a cercare di modificarla.

_________________________

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.