Crea sito

Dsa

CONSULTI PER BAMBINI ADOLESCENTI E FAMIGLIE

Buongiorno ho scritto un anno fa per dei test genetici oggi il piccolo sembra essere peggiorato se ne sono accorti anche a scuola. Ha dei vuoti di memoria mi spiego meglio una cosa mangiata due mesi fa la ricucino mi dice che quella cosa non la mai mangiata. Studia storia per poterla ripetere a scuola la maestra mi riferisce che non la ricorda vorrebbero mettere la maestra di sostegno secondo lei e il caso di metterla? Oggi il piccolo frequenta la terza elementare non sa bottonare i bottoni del grembiule non sa mettere le scarpe nel modo giusto mi hanno detto di fare dei test su dsa e possibile che mio figlio ha questo disturbo? Grazie

Commenti

Come le dicevo l'altra volta avrei bisogno di altre informazioni sull'evoluzione passata e attuale del bimbo e sulla situazione generale, che potete darmi seguendo le domande del questionario-bambini nella colonna qui a sinistra. Altrimenti non posso farmi un'idea sufficiente della situazione

QUESTIONARIO SULLO SVILUPPO PSICOMOTORIO SIMBOLICO-LINGUISTICO E RELAZIONALE

composizione familiare; età dei componenti .....; altre notizie ( bilinguismo, immigrazione, ecc.)

età del bambino/a (18/03/2012)

problemi in gravidanza: ritardo accrescimento fetale

NASCITA
a che settimana 34
Parto ( naturale, cesareo - eventuali motivi-, difficoltà) parto cesareo
alla nascita : peso, altezza, circonferenza cranica ... Peso 2520 lunghezza 47 c.c 32.5
(eventuali curve di accrescimento epoche successive)……...
indice di Apgar: 1'……./ 5'……….. durata del ricovero in ospedale 4 giorni

PRIMI MESI
allattamento: materno ……. artificiale ……latte senza lattosio fino ad un anno … a orario o a richiesta ogni tre ore difficoltà...
inizio pappine, minestrine, ecc...ha iniziato 4 mesi con semolino
svezzamento (DISTACCO DAL SENO, o dal biberon, se allattamento artificiale), età ……… facile ... difficile ....
eventuali difficoltà....
ritmo sonno veglia nei primi mesi, orari, difficoltà...buoni dormiva senza problemi
persone che lo accudivano mamma
eventuale ritorno al lavoro della mamma: a quanti mesi?... reazioni del bimbo?

EPOCA SUCCESSIVA
alimentazione. Tutto sonno 10 ore e modalità (dove dorme, come si addormenta, ecc) nella stanza con noi ha un letto suo perché ha paura di dormire nella stanza
abitudini ( ciuccio, biberon, orsacchiotto, copertina, ecc) ha tolto il ciuccio ha 12 mesi il biberon lo ha tolto a 4 anni perché non sapeva bere il latte nella tazza tempo video: televisione, telefonini, tablet... Quando era piccolo guardava poco la TV amava giocare fuori adesso gioca un po' con il tablet e poi se c'è una bella giornata preferisce giocare a pallone

- SVILUPPO PSICO-MOTORIO:
dove veniva tenuto preferenzialmente dopo i primi mesi, da sveglio: in braccio, nel lettino, nel box, sul passeggino, sul tappeto, libero di muoversi ecc. .... Era a terra libero di muoversi
seduto da solo a che età .....6 mesi
primi spostamenti a che età e come: rotolando, strisciando, uso del girello ...
primi passi da solo........ Ha gattonato per un po' poi nove mesi ha iniziato a camminare
capacità motorie attuali....buone
controllo sfinterico (pipì e popò nel vasino/wc) a che età.....
3 anni
- SVILUPPO RELAZIONALE
RELAZIONE e COMUNICAZIONE nel primo anno di vita
primi sorrisi ...2 mesi
curiosità verso oggetti e persone, attenzione,seguire con lo sguardo
Modi di comunicare e richiamare l'attenzione. Gesticolava su tutto quello che voleva
Successivamente:
facilità a capirlo e interagire... A volte non lo capivamo lui ci indicava con i gesti
facilità al pianto e facilità a consolarlo, coccolarlo, ecc ... Quando era piccolo era difficile che piangeva oggi a 8 anni piange per qualsiasi cosa anche a scuola
reazione di fronte a persone e ambienti nuovi (diffidenza, paura, pianto...) trancquillo...
modalità di accudimento: ansioso, apprensivo, preoccupato, tranquillo, sicuro ... E iperattivo

FIGURE PRINCIPALI cui è attaccato mamma e papà i bambino è abituato a vedere altri adulti, parenti, amici?.....si persone del paese

REAZIONI AL DISTACCO dai genitori

INTERESSE E CURIOSITÀ VERSO LE PERSONE .... adulti ...... bambini.....

CONDIVISIONE cerca di coinvolgere, condividere interessi, attività, stati d'animo? cerca l'attenzione delle altre persone, magari per farsi battere le mani, o dire bravo, ecc? Attivamente....si sempre Solo passivamente .... Non è interessato a condividere ...

- SVILUPPO SIMBOLICO - LINGUISTICO
LINGUAGGIO (età di inizio dei vari punti indicati):
lallazione, gorgheggi...2 anni
prime parole ......2 anni
due parole insieme ...3 anni
uso del no e del sì ....2 anni
frase minima (verbo e sostantivo )....5 anni
capacità di dialogo ...5 anni ancora ci stiamo lavorando
INTERESSE E CURIOSITÀ PER GLI OGGETTI
USO DEI GIOCHI e degli oggetti ( gioco funzionale ....imitativo .....rappresentativo ), descrivete come usa giochi e oggetti. Li distrugge gioca pochissimo poi li butta in aria
DISEGNO SPONTANEO
scarabocchio , linee, cerchi... omino-testone ... figure, casetta, ecc ...non ama disegnare

ATTENZIONE nelle varie attività e interessi: breve ... lunga .... ...

COMPRENSIONE DELLE COSE E DELLE RICHIESTE ....

COMUNICAZIONE DEI SUOI BISOGNI E DESIDERI ....

UMORE

- COMPORTAMENTO
(tranquillo, iperattivo, capriccioso, ecc)....,iperattivi
adesione a regole, orari, limiti, ....quando do l'orario lui piange
obbedienza agli adulti .....a volte obbedisce
reazione a divieti, frustrazioni ....piange si butta a terra sbatte la testa al muro o si mette a correre
capricci, bizze ...
paure, fissazioni....paura del buio

- SCOLARIZZAZIONE
asilo nido ………nido. A che età ………3 anni……. Reazioni eventuali ………….
Scuola materna ………5 anni e mezzo …….. eventuali difficoltà di inserimento, ambientamento............buono stessa scuola stessi compagni
Successive scuole ....3 elementare... apprendimento ...scarso..... comportamento .........buono

RAPPORTI SOCIALI, occasioni di incontri con altri, parenti, amicizie, ambiente extrafamiliare ........ ...

- SITUAZIONE AMBIENTALE E FAMILIARE
altri conviventi (nonni, parenti, ecc) ………… inserimento sociale della famiglia (emigrati, trasferiti, ecc).... contatti sociali...
Organizzazione familiare per l'accudimento (orari dei genitori, nonni, baby sitter, ecc: descrivete come siete organizzati, la giornata tipo del bambino e della famiglia)....... Papà lavoro mamma casalinga sorella 13 anni scuola la mattina vanno a scuola ritornano con scuola bus pranzano poi giocano per un ora e poi l'ora dei compiti iniziamo alle tre con pianti per 10 Min poi inizia a leggere poi si alza per andare in bagno o bere quindi dalle tre iniziamo con i compiti verso le 4 poi escono a giocare ceniamo per le 19:30 alle 21:00 a letto
modalità educative (permissive, ferme, severe, variabili, orari di sonno, dove dorme, chi 'comanda': adulti o bimbo? ecc .....).........,severe il bimbo dorme ancora con noi nella stanza nel suo letto perché ha paura del buio
tempo video (cioè passato alla televisione, video-giochi, telefonino ecc)

- EVENTI PARTICOLARI,
cambiamenti, trasferimenti, nascite, lutti, malattie di familiari, difficoltà, ecc....
Visite mediche, ospedale, altro......3 anni intervento del frenulo linguale 4 anni intervento adenoidi tonsille poi dopo un mese dall'intervento idrocele comunicante.
Eventuali esami fatti e referti (Udito, vista, eeg, rmn,...)
Altre osservazioni ……….
..................

Età bambino 18/03/2012 problemi in gravidanza ritardo accrescimento fetale nascita: 34 settimane con parto cesareo peso 2.520 lunghezza 47 cm cc 32.5 a 8 giorni dalla nascita peso 2.620 lunghezza 49 cm cc 34 cm a 1 mese peso 3,100 lunghezza 50 cm cc 36 cm 2 mesi 3,920 lunghezza 54 cm a 5 mesi peso 5,200 lunghezza 60 cm cc 40 cm durata ricovero 4 giorni.
PRIMI MESI: latte senza lattosio fino ad un anno, richiedeva latte ogni 3 ore.inizio svezzamento 4 mesi con semolino. Ritmo sonno buono dormiva tranquillamente era sempre con me sono casalinga.
EPOCA SUCCESSIVA: alimentazione buona mangia tutto non gli piace la frutta, dorme nella stanza con noi ha il suo letto, nella sua cameretta non vuole dormire perché ha paura del buio, si addormenta guardando un po' di TV i suoi orari sono: 21:00/07:00 ha tolto il ciuccio ha 12 mesi ha tolto il biberon ha 4 anni perché non riusciva a mangiare il latte nella tazza, non ama moto guardare la TV ma preferisce giocare fuori con il pallone.
SVILUPPO PSICO-MOTORIO: i primi mesi veniva messo su un tappetino a terra libero di muoversi a 6 mesi ha iniziato a stare seduto, i suoi primi spostamenti sono stati con il girello ma non amava stare sul girello così a terra ha iniziato appoggiarsi alle sedie per alzarsi a 9 mesi ha iniziato a camminare pipì e popò ha iniziato verso i 3 anni.
SVILUPPO RELAZIONALE: primi sorrisi verso i 2 mesi, modi di comunicare ci indicava con il dito, a volte facevamo fatica a capirlo lui ci prendeva la mano e ci portava dove lui voleva quella cosa, quando era più piccolino era difficile che piangeva, e un bambino abbastanza trancquillo.
FIGURE PRINCIPALI: e molto attaccato sia alla mamma che papà e alla sorella e abituato a vedere gli adulti anche perché ci abitano vicino la nonna e gli zii. A volte cerca l'attenzione di mamma e papà.
SVILUPPO SIMBOLICO-LINGUISTICO:
Ha iniziato lallazione verso i due anni prime parole 3 anni due parole messe insieme 3 anni e mezzo verso i 3 anni abbiamo iniziato un percorso logopedico per due volte a settimana l'uso del no e del si 2 anni. La frase minima ha iniziato verso i suoi 5 anni e ancora sta continuando con la logopedista.
INTERESSE E CURIOSITA: gioca poco con i suoi giochi dopo due giorni si stufa e li distrugge. Non ama molto disegnare, per un po' ha frequentato un corso di musica per flauto traverso poi dopo due mesi non ci è voluto più andare, lo abbiamo scritto a basket ma dopo 2 settimane ha lasciato, quando gli diciamo di fare una cosa a volte capita che la dobbiamo ripetere più volte.
COMPORTAMENTO: e iperattivo, non ama molto le regole anche nel gioco con altri bambini vuole vincere sempre lui e se non vince si butta a terra a piangere, inizia a gridare o a volte si tira i capelli, ha molta paura del buio.
SCOLARIZZAZIONE: ha iniziato l'asilo a 3 anni i primi giorni piangeva all'età di 5 anni e mezzo ha iniziato la 1 elementare si e ambientato bene perché conosceva già la maestra e i compagni erano gli stessi dell'asilo
APPRENDIMENTO SCOLASTICO: molto scarso la lettura lenta la scrittura molto disordinata rispetta le righe ma scrive o grande o piccolo. Anche per il discorso dei disturbi del linguaggio.
La nostra giornata inizia con il papà che va a lavoro, mamma casalinga periodo scolastico si alza alle 07:00 fa colazione lo lavo, lo preparo per la scuola poi lo accompagno a prendere lo scuola bus, alle 13:00 esce da scuola viene a casa mangiamo, alle 15:00 iniziamo a prendere i quaderni e libri poi mezz'ora di capricci per fare i compiti alle 16:00 iniziamo fino alle 18:00 perché mentre fa i compiti si alza sempre o per andare in bagno o per altro. Dopo che finisce di studiare va a giocare insieme alla sorella di 13 anni alle 19:30 ceniamo alle 21:00 lui già dorme.
VISITE MEDICHE:: verso i 3 anni e stato operato al frenulo linguale, poi abbiamo fatto la visita dell'otorino e il risultato e questo :marcata ipoacusia trasmissiva bil con timpanogramma di tipo b ed assenza di riflessi stapediali verso i 3 anni e stato operato di adenoidi e tonsille, dopo un mese dall'intervento di adenoidi ha subito un altro intervento per idrocele comunicante.

Mi sembra che a otto anni il bambino ha paure e comportamenti più infantili dell'età che ha. Dsa significa sia'disturbo dello spettro autistico' che 'disturbo specifico di apprendimento', ma in ogni caso non aiutano a capire. A me sembra che il bimbo sia un po' immaturo e infantile, anche perchè forse è più piccolo di età, mi sembra. L'EEG e gli altri esami fatti come sono risutati? L'alterazione genetica è difficile valutare quanto incida, nel singolo caso. Bisognerebbe valutare anche gli aspetti ambientali, che possono concorrere nel frenare lo sviluppo del bambino. Bisognerebbe trovare delle esperienze interessanti e gratificanti per aiutarlo ad uscire da un circolo vizioso che forse si è creato.

Grazie abbiamo fatto RX mano polso. SN la valutazione comparativa del radiogramma del polso sinistro con le tabelle di greulich Pyle documenta età scheletrica sostanzialmente corrispondente a poco meno di 4 anni. Esame elettroencefalografico registrazione in stato di veglia a riposo tracciato di base caratterizzato dalla presenza di attività lenta, theta e delta, nella norma per l'età su cui si iscrivono sequenze di onde aguzze e punte lente medio ipervoltate diffuse che si accentuano in corso di iperpnea conclusioni tracciato anomalo per presenza di sequenze di onde aguzze e punte lente, medio ipervoltate diffuse, che si accentuano in corso di iperpnea. Ho fatto sempre presente ai medici che mio figlio dimentica le cose, all'inizio pensavamo che lo faceva apposta poi quando dimenticava la sua bici in giro per il paese lui non ricordava neanche dove lo aveva lasciata le cose da mangiare devo sempre cucinare quella cosa in modo che lui non la dimentica dottore sono preoccupata per mio figlio e non so più cosa fare abbiamo fatto anche una risonanza magnetica il risultato e stato tutto nella norma. Cosa posso fare per questa perdita di memoria? Come posso aiutare mio figlio?

Lei parla di un circolo vizioso il piccolo e molto amato da tutti viviamo in un piccolo paese dove lo conoscono tutti e un bambino che si fa voler bene facilmente e affettuoso e molto religioso adesso ogni domenica va in chiesa per fare il chirichetto le piace gioca con tutti che siano grandi o piccoli ha solo questi comportamenti che a volte non si riconosce perché piange senza un motivo altre volte e trancquillo.

L'EEG richiederebbe una valutazione più approfondita, mi sembra. Bisognerebbe andare in un Centro clinico specializzato per epilessia infantile, per valutare se può trattarsi di questo o no. Riguardo al suo piangere non credo sia senza motivo, forse non è facile capirlo. Può darsi che si senta escluso o trattato male. o non capito. Invece che difendersi, essendo più immaturo, piange, come i bambini piccoli. Non vorrei che fosse anche troppo stressato da richieste di essere bravo, di dare prestazioni al massimo, ecc. Forse deve essere capita meglio la situazione, per evitare che a qualche difficoltà sua ( dimostrata dall'EEG ) si aggiunga qualche ostacolo ambientale. In questo senso parlavo di circolo vizioso. Non bastano le buone intenzioni, bisogna anche sapere di cosa si tratta.

La ringrazio moltissimo

_________________________

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.