In cerca di risposte

CONSULTI PER BAMBINI ADOLESCENTI E FAMIGLIE

Salve dottore, sono una mamma di un bambino di 33 mesi. Il mio bambino nasce da taglio cesareo a 38+5 Per via del cordone attorcigliato alla coscia, ho avuto una gravidanza regolare nessun problema, alla nascita pesava 3700kg, indice di apgar 8 subito dopo 9. Era un bambino un Po irrequieto di notte già dalla pancia quando è nato la notte dormiva un Po male, ma adesso il sonno si è regolarizzato. Caratterialmente molto sorridente, sin da subito ha mostrato di saper apprendere al volo tutto quello che gli si diceva, imitava, gli piacevano un sacco bambini ed animali. Ha 10 mesi già diceva mamma ,papà, marco, flavia, raoul, acqua, no. All'età di un anno abbiamo traslocato, siamo andati a vivere a terzo piano, mentre nella casa si prima eravamo al primo, e lui adorava affacciarsi e chiamare i bimbi che c'erano giù perché la strada era a circuito chiuso e quindi giocavano un sacco di bambini giù. Da momento del trasloco ha iniziato subito a camminare ma a dire sempre meno le paroline che sapeva. Il rapporto con gli unici bimbi che frequenta non è tanto affiatato perché loro hanno 4 anni e gli dicono di non stare con loro e lui non insiste. Ho chiesto parere alla mia pediatra per quanto riguarda il fatto di aver dimenticato le paroline, e cosa che mi faceva strano lo chiamavo ed alle volte non mi rispondeva neanche si girava, ma ne ho visti tanti bambini fare lo stesso e quindi non ho piùtanto dato peso a questo suo non girarsi. La pediatra mi consiglia visita neuropsichiatra per disturbo pervasivo dello sviluppo. Abbiamo già fatto il primo incontro, e mi dicono che mio figlio è indietro sia nella comunicazione che nella motricità, a forte rischio del disturbo della spettro autistico tutto questo in soli 40 min circa dove la neuropsichiatra si è rivolto a mio figlio solo 2 volte di qui 1 per fargli tagliare la frutta giocattolo,e teneva il coltellino in verticale anziché orizzontale come è solito usarlo da lì non le posso dire il terremoto che è arrivato in casa mia. Abbiamo subito iniziato psocomotricità, adesso il bambino indica prima prendeva la mia mano e mi facevo segno di prendere qualcosa, ha iniziato dinuovo a dire qualche parolina è canticchia, e molto socievole con k grandi, ama i nonni, gli piace giocare a nascondino ed essere inseguito, se lo chiamo si gira, esegue gli ordine del tipo butta questi nella spazzatura, raccogli il gioco, sali sulla sedia, mettiti seduto, vieni a fare il bagnetto....... mi chiede aiuto se non riesce a fare una cosa da solo e se si fa male vuole che io gli passi la mano dove si è fatto male, mi bacia e abbraccia sempre, quando lo lascio al nido dove lui va contento piange perché vorrebbe che io rimanessi li con lui. Piange se vede andare il padre a lavoro anche con lui è molto affettuoso. È un Po geloso del fratello molto più grande di lui, quasi 12 anni. Ha imparato a fare si incastri, non va sulla bici, e nemmeno sul pattinino, ama le macchine guarda cerchioni, faretti, specchietti , un Po le fa camminare, un Po le osserva. Non ha problemi a stare in luoghi affollati, ultimamente ha paura dei gonfiabili e le altezze. Io non so se mio figlio possa avere un qualche disturbo ma qualcosa dentro mi dice che è un bambino normale, solo troppo coccolato e servito. La ringrazio tante se vorrà rispondere a questo lunghissimo post

Commenti

Ho dimenticato di scrivere che per via degli impegno domestici non ho giocato molto con lui. Il mio bambino passava molto tempo a guardare tv e su Youtube, che abbiamo totalmente eliminato da circa 2 mesi

Mi sembra che quello che sente sia giusto: il bambino non mi sembra malato, o 'disturbato' in se stesso. Lo sviluppo come ogni 'viaggio' può essere rallentato e disturbato da intoppi, incidenti, ecc, senza che ci siano malattie. Può darsi che il trasloco lo abbia disturbato, per aver perso abitudini piacevoli. O che anche youtube e televisione eccessive abbiano rallentato il contatto con le persone. Comunque mi mandi per favore le informazioni indicate nel questionario che trova nella colonna a sinistra e, se vuole, qualche video seguendo le istruzioni sempre qui a sinistra.

QUESTIONARIO SULLO SVILUPPO PSICOMOTORIO SIMBOLICO-LINGUISTICO E RELAZIONALE

composizione familiare; età dei componenti .....; altre notizie ( bilinguismo, immigrazione, ecc.)
Mamma 28 anni
Papà 34 anni
Fratello 11 anni
età del bambino/a 33 mesi

problemi in gravidanza.............
Nessuno
NASCITA
a che settimana …………. 38+5
Parto ( naturale, cesareo - eventuali motivi-, difficoltà)…………… cesareo ( cordone attorcigliato alla coscia)
alla nascita : peso 3700, altezza53cm, circonferenza cranica 34
(eventuali curve di accrescimento epoche successive)……...
indice di Apgar: 1'……8./ 5'…9…….. durata del ricovero in ospedale…….. 3gg

PRIMI MESI
allattamento: materno ……. artificiale ……… a orario o a richiesta... difficoltà... allattamento materno fino al 3 mese dopo artificiale
inizio pappine, minestrine, ecc...ogni 3 ore
svezzamento al 5 mese (DISTACCO DAL SENO, o dal biberon, se allattamento artificiale), età ……… facile ... difficile .... facile
eventuali difficoltà.... nessuna
ritmo sonno veglia nei primi mesi, orari, difficoltà...
persone che lo accudivano... la notte sonno con ripetuti risvegli accudito dai genitori e zia paterna
eventuale ritorno al lavoro della mamma: a quanti mesi?... reazioni del bimbo? Mamma casalinga

EPOCA SUCCESSIVA
alimentazione..., sonno ...., orari e modalità (dove dorme, come si addormenta, ecc) mangia quasi tutto carne e frutta omogeinizzata, dorme nel suo letto, si addormenta con la sua copertina a pancia in giù strusciando la parte intima nel materasso ma non in maniera ossessiva questa cosa la fa anche quando è annoiato
abitudini ( ciuccio, biberon, orsacchiotto, copertina, ecc) ..... tempo video: televisione, telefonini, tablet...non ha il ciuccio dai 18 mesi, niente schermi da 2 mesi

- SVILUPPO PSICO-MOTORIO:
dove veniva tenuto preferenzialmente dopo i primi mesi, da sveglio: in braccio, nel lettino, nel box, sul passeggino, sul tappeto, libero di muoversi ecc. .... veniva tenuto nel lettino, box, in braccio, nel passeggino, sul seggiolone, e libero di muoversi
seduto da solo a che età .....5 mesi
primi spostamenti a che età e come: rotolando, strisciando, uso del girello ... sul girello dal 6 mese, primi spostamenti a 9-10 mesi appoggiandosi,
primi passi da solo........11 mesi
capacità motorie attuali.... cammina, corre non tanto bene, sale su divano e sedie, sale sul tavolo, salta dalla culla, sa scendere e salire dallo scivolo
controllo sfinterico (pipì e popò nel vasino/wc) a che età..... porta ancora il pannolino

- SVILUPPO RELAZIONALE
RELAZIONE e COMUNICAZIONE nel primo anno di vita
primi sorrisi ... sorrideva già dalla nascita, e continua a sorridere
curiosità verso oggetti e persone, attenzione,seguire con lo sguardo è molto curioso, osserva e tocca quasi tutto
Modi di comunicare e richiamare l'attenzione. Versi e pianto
Successivamente:
facilità a capirlo e interagire... Lo capisco quasi sempre e si fa capire
facilità al pianto e facilità a consolarlo, coccolarlo, ecc ...usa il pianto che poi somiglia più ad una lamentela per ottenere qualcosa, e facile da consolare basta un abbraccio
reazione di fronte a persone e ambienti nuovi (diffidenza, paura, pianto...) ... a prima impatti con gli estranei è diffidente, in ambienti nuovi inizia a curiosare e a guardarsi intorno
modalità di accudimento: ansioso, apprensivo, preoccupato, tranquillo, sicuro ... molto apprensivo

FIGURE PRINCIPALI cui è attaccato............ i bambino è abituato a vedere altri adulti, parenti, amici?.....
È molto attaccato a mamma e papà, passa molto del suo tempo con mamma, ma vede spesso zii, nonni, cugini
REAZIONI AL DISTACCO dai genitori................ piange

INTERESSE E CURIOSITÀ VERSO LE PERSONE .... adulti ...... bambini..... più interesse per gli adulti, ma anche per bambini

CONDIVISIONE cerca di condividere interessi, attività, stati d'animo cercando l'attenzione delle altre persone, magari per farsi battere le mani, o dire bravo, ecc? Attivamente.... Solo passivamente .... Non è interessato a condividere ...
Cerca attenzioni, ci porta poche cose da vedere, canticchia cercando la nostra complicità, gli piace molto sentirsi dire bravo quando fa qualcosa
- SVILUPPO SIMBOLICO - LINGUISTICO
LINGUAGGIO (età di inizio dei vari punti indicati):
lallazione, gorgheggi... già al primo mese di vita
prime parole ...... 10 mesi
due parole insieme ... no
uso del no e del sì .... usa il no simbolico con la testa e verbale, il si ne simbolicamente ne verbalmente
frase minima (verbo e sostantivo ).... mamma, papà, marco, acqua,
capacità di dialogo ... scarse capacità
INTERESSE E CURIOSITÀ PER GLI OGGETTI
USO DEI GIOCHI e degli oggetti ( gioco funzionale ....imitativo .....rappresentativo ), descrivete come usa giochi e oggetti. Il gioco è caotico ma se seguito iniziata a giocare bene, usa il telecomando per far finta di parlare al cellulare, da da mangiare ai peluche, le macchine osserva cerchioni luci e sportelli, poi le fa camminare
DISEGNO SPONTANEO
scarabocchio , linee, cerchi... omino-testone ... figure, casetta, ecc ... scarabocchi e linee, se ci sono figure scarabocchia dentro le figure

ATTENZIONE nelle varie attività e interessi: breve ... lunga .... ... dipende dalle attività, gli piace giocare a nascondino ed essere inseguito

COMPRENSIONE DELLE COSE E DELLE RICHIESTE ....
Comprende tutto, e comprende ogni richiesta che qualche volta devo chiedere più di 1 volta
COMUNICAZIONE DEI SUOI BISOGNI E DESIDERI ....
Mi prende per la mano e mi porta davanti la cosa che desidera indicando , oppure gli chiedo cosa vuoi? E lui indica ( ha iniziato da circa 2 mesi ad indicare)
UMORE
Sempre sorridente
- COMPORTAMENTO
(tranquillo, iperattivo, capriccioso, ecc)...., molto capriccioso, un Po disobbedienti, attivo, vivace
adesione a regole, orari, limiti, .... alle regole fa un Po fatica, nessun problema con gli orari e limiti
obbedienza agli adulti ..... obbedisce ma fa spesso anche il contrario
reazione a divieti, frustrazioni .... pianto che somiglia di più a una lamentela , capricci, su butta sul pavimento
capricci, bizze ...
paure, fissazioni....

- SCOLARIZZAZIONE
asilo nido ………. A che età ……………. Reazioni eventuali …………. Asino nido a 31 mesi, pianto disperato al distacco dai genitori, i primi giorni prendeva una sedia e si sedeva all'ingresso guardando il cortile della scuola . Adesso va volentieri ma piange sempre al distacco
Scuola materna …………….. eventuali difficoltà di inserimento, ambientamento............
Successive scuole ....... apprendimento ........ comportamento .........

RAPPORTI SOCIALI, occasioni di incontri con altri, parenti, amicizie, ambiente extrafamiliare ........ ...
Ride a chiunque gli dica qualcosa
- SITUAZIONE AMBIENTALE E FAMILIARE
altri conviventi (nonni, parenti, ecc) ………… inserimento sociale della famiglia (emigrati, trasferiti, ecc).... contatti sociali...
Organizzazione familiare per l'accudimento (orari dei genitori, nonni, baby sitter, ecc: descrivete come siete organizzati, la giornata tipo del bambino e della famiglia)....... la mattina sveglia alle 9, colazione, e si va a scuola, alle 13.30 vado a prenderlo al nido, pranzo dai nonni materni, gioca col nonno e le zie, una breve passeggiata, andiamo al supermercato a fare la spesa, torniamo a casa giochiamo una 20ina di minuti insieme , poi doccia, cena , 10 minuti al letto con i genitori, dopo passa nel suo letto e si addormenta. Il sabato e la domenica invece della breve passeggiata andiamo al parco o parco giochi
modalità educative (permissive, ferme, severe, variabili, orari di sonno, dove dorme, chi 'comanda': adulti o bimbo? ecc .....)........., inizialmente troppo permissive, poi alternati tra ferme, severe e qualche volta permissive, comanda assolutamente l'adulto, ma ci sono stati momenti dove si sono invertiti i ruoli
tempo video (cioè passato alla televisione, video-giochi, telefonino ecc) molto anche 4-5 ore al giorno

- EVENTI PARTICOLARI,
cambiamenti, trasferimenti, nascite, lutti, malattie di familiari, difficoltà, ecc.... ci siamo trasferiti quando lui aveva 12 mesi, all'età di 26 mesi il papà è stato in ospedale 8 giorni
Visite mediche, ospedale, altro......
Eventuali esami fatti e referti (Udito, vista, eeg, rmn,...) esame audiometrico nella norma, elettroencefalogramma nel.sonno nella norma, esame genetico in attesa di risultati
Altre osservazioni ………. Nessuna

Aggiungo anche che gli piace molto travasare acqua da un contenitore ad un altro, e che non gioca coi gonfiabili

Ho visto i tre brevi filmati, in cui non si nota nulla di strano o 'patologico'. Forse è un po' apatico, passivo? Anche le notizie non evidenziano particolari problemi. All'addormentamento forse è meglio fargli compagnia, accanto al suo letto, raccontando una storia, finchè non si addormenta, cercando di fargli perdere l'abitudine all'autostimolazione, che forse ha preso perchè lasciato un po' troppo solo, con tv o dispositivi vari... Non è un'abitudine utile. Meglio che la perda, senza drammi. Quando è a casa è bene stare insieme a lui, osservarlo per capirlo meglio e non lasciarlo solo a consolarsi. Se la mamma è occupata da troppi lavori domestici (non sarà un po' ossessionata da questi ?!?) è bene che ci sia un'altra persona.
Direi quindi che non vedo segni di malattia o 'disturbi', ma forse è stato lasciato un po' troppo da solo, e quindi ha avuto pochi stimoli e si è un po' ritirato nell'auto-consolazione, scoprendo anche l'auto-stimolazione genitale. Le cause dell'apatia e lieve ritardo sono quindi nell'ambiente, e nelle esperienze che ha avuto, non nel bambino.

Mi rendo conto che quello che mi dice è la tragica realtà lo abbiamo lasciato da solo molto spesso, convinti del fatto che bastano i giochi a fargli compagnia, ci sbagliavamo, e spero solo di non essercene accorti troppo tardi. Il bambini fa terapia di psocomotricità, la psocomatricista tutte le volte lo trova migliorato ed anche la concentrazione è migliore. Adesso inizierà anche logopedia speriamo che possa uscire anche il linguaggio. Domenica siamo stati al parco giochi dove ha preferito stare nella vasca delle palline, e poi a guardare come le spiegavo prima una macchina giocattolo da giardino, si faceva un giretto ma poi tornava a guardare i vari accessori. Aveva paura di salire sulle altre giostrine. Può essere normale alla sua età averne paura?

Lasci perdere queste domande sulla normalità, non hanno senso, se non per la sua ansia di mamma. Sconsiglierei di fare logopedia, visto che fa già psicomotricità; già questa non credo che gli serva tanto, visto che lui partecipa a giochi e attività, come ho visto nei filmati. Al massimo serve a voi, per avere rassicurazioni e il senso di fare qualcosa. O per imparare a stare meglio col bimbo e giocare con lui. Per questo partecipate alle sedute, mi raccomando. Non sono una 'terapia', ma uno stimolo ad interagire, non necessita di segretezza e privacy...
Il linguaggio non si insegna, come non si insegna a stare insieme e fare amicizia: viene spontaneo dall'esperienza, quando il bambino ha voglia di comunicare, e questa voglia viene dallo stare insieme, fare cose insieme e voler condividere attività , giochi e quello che gli passa per la mente. Non forzatelo a parlare con domande, ecc, ma state con lui per stare insieme e fare cose divertenti insieme, ma lasciando che abbia lui l'iniziativa. E rispondete alle sue comunicazioni, anche se sono a gesti, ecc. Avere risposte è lo stimolo migliore a comunicare. E leggetegli librini insieme, sia durante il giorno che la sera per addormentarlo. Cercate insomma di recuperare il tempo perduto. Comunque il bambino non è assolutamente 'grave'; parlerà solo un po' in ritardo, se cambierete un po' il modo di stare insieme a lui.

La ringrazio tanto per la pazienza e per tutte le parole utili che mi ha scritto, ormai per non noi è diventato un'assoluta priorità, farò tesoro di tutto quello chi mi ha detto. L'aggiornerò nel caso in cui ci siano o novità. Grazie mille ha risolto molti dei miei dubbi

_________________________

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.