Crea sito

Consulto per gemelli

CONSULTI PER BAMBINI ADOLESCENTI E FAMIGLIE

Salve dott. sono una mamma di 2 gemelli eterozigoti maschi di 3 anni e 7 mesi.Le scrivo perchè dall'inizio della scuola materna a settembre la nostra serenità è scomparsa.I gemelli sono completamente differenti caratterialmente ed entrambi seremi tranquilli e pieni di vita.Entrambi giocano con tantissimi giochi costruzioni,puzzle,colori,pittura,timbri plastilina ballano cantano corrono dicono le filastrocche e poesie,vanno sullo scivolo sulle giostrine giocano in giardino liberamente e tanto altro.I bimbi giocano insieme rincorrendosi,imitando i cartoni animati ,saltano sul letto,si cercano a vicenda e giocano con gli altri due fratelli di 6 e 8 anni.Come potrà immaginare una casa con 4 figli maschi è caotica ma piena di vita,allegria e amore. Il problema principale è il linguaggio di P.,bimbo tranquillo timido affettuoso e sensibile, che si è evoluto lentamente e ad ora lui peonuncia frasi con 2-3 parole insieme per comunicare i suoi bisogni o per commentare ciò che vede es."mamma gioca a palla! " "fatto male testa".Conosce tantissime parole numeri lettere frutta cibo colori forme parti del corpo e altro.Con l'inizio della scuola P. è come se si fosse bloccato nel linguaggio e si dimostrava più timido e introverso,distaccato avvolte.Noi crediamo che la separazione dal gemello dalla stessa classe avvenuta dopo 10 giorni circa dall'inizio della scuola e su consiglio delle maestre perchè a loro dire i bambini si influenzavano troppo, abbia influito sul comportamento di entrambi i bimbi.In P. manca il dialogo,il botta-risposta.A scuola dicono che parla poco e non socializza come gli altri.Negli ultimi due mesi P. è migliorato sia nel linguaggio sia nell'interazione a casa e in altri luoghi ma non a scuola come ci riferiscono.Comunque a scuola partecipa alle varie attività ed ama fare il trenino con gli altri bimbi. Riguardo al gemello A. le maestre lamentano poco socializzazione e facile agitazione devo pur dire che fino a dicembre il bambino andava volentieri a scuola dopo dicembre non vuole più andare ed ha sempre un espressione iintimorita.A.è sempre stato molto socievole a casa e con le persono forse il più socievole tra i miei figli,saluta sempre,usa le così dette parole gentili è molto curioso fa tante domande è sveglio intelligente dotato di memoria ,interessato ad imparare a scrivere infatti scrive seguendo i tratteggi,fa tantissimi giochi e gioca con tutto.Vivace e iperattivo pieno di vita.Adorabile con i suoi "a presto!" "Buon appetito"ciao come stai?"che dice ai parenti e a noi. A.da sempre è stato un bambino sensibile e timoroso es.ha paura di alcuni cartoni animati che lo agitano.Le maestre da subito ci hanno parlato di sostegno a scuola cosa per noi incomprensibile.Le classi sono numerose 29 e 25 bambini. Inoltre abbiamo fatto una visita da npi ed ha sospettato lieve spettro autistico in
entrambi ma a breve faremo altra visita da un npi privato.Vorrei gentilmente un suo parere dott.e la ringrazio in anticipo.

Commenti

Per carità lasciate perdere lo spettro autistico e altri fantasmi, nonchè quelli che ne parlano... I bimbi non sono andati al nido, immagino, e l'entrata alla scuola materna e la separazione fra loro è stata forse un po' traumatizzante e non ancora ben 'digerita', probabilmente. L'ambiente scolastico può essere troppo stressante, specie se gestito in modo non ottimale, con tanti bambini, e potrebbe essere utile dar loro ogni tanto qualche giorno di 'vacanza' e ridurre l'orario riprendendoli prima. A scuola bisognerebbe dire che i bambini non sono tutti uguali fra loro e che avere comportamenti diversi non vuol dire essere malati...
Mandatemi qualche video e magari le informazioni indicate nel questionario nella colonna a sinistra.

La ringrazio per la sua risposta veloce, i bambini hanno frequentato anche a 2 anni la sezione primavera ma in altro asilo con nessun problema il tutto è iniziato con la scuola materna a settembre.Riguardo alla scuola ora stiamo cambiando andranno in un asilo privato con pochi bambini per classe ormai la situazione è stressante e pressante per noi.Vorremmo fare logopedia al bambino con difficoltà di linguaggio ma ci dicono che prima serve necessariamente la terapia indicata dal npi ed è per questo che dovremmo fare questa visita da una dott.ssa esperta in autismo ma capirà che la cosa ci pesa molto perchè non crediamo che i bambini abbiano questo tipo di problema purtroppo non sappiamo più come uscircene da questa brutta storia da quando la npi del pubblico ha sospettato lo spettro autistico .Le manderò presto dei video e la compilazione del questionario. Grazie ancora.

Non siete obbligati a seguire le indicazioni mediche. A decidere in ultima analisi sono i genitori. Che possono scegliere i medici cui fare riferimento. Ed è utile che mantengano la capacità di vedere con i propri occhi e pensare con la propria mente. Attendo il questionario e i filmati per un ulteriore parere di conferma o meno. Leggete se volete le pagine sull'autismo indicate nella colonna a destra.

Composiz.familiare genitori e 4 figli maschi :2 gemelli di 3 anni, fratello di 6 e altro fratello di 8. NASCITA a 36 sett.+5 giorni parto cesareo Peso alla nascita 3300kg altezza 50 cm C.C. 34cm Agpar 9 al 1° min. 10 al 2°min.
PRIMI MESI
allattamento artificiale prima ogni 2 ore poi ogni 3 /svezzamento inizio a 5 mesi con pappine varie frutta poi pastine tutto procede bene il bambino mangia tutto e intorno all'anno mangia da solo
SONNO inizialmente sulle due tre ore tra un pasto e l'altro/ la
notte dopo ore di sonno spesso si svegliava e restava sveglio per 1 o 2 ore sempre in modo tranquillo/
ACCUDIMENTO quasi totalmente la madre, un pò il padre quando aveva tempo e occasionalmente la nonna materna.
EPOCA SUCCESSIVA mangia tutto solo che a circa un anno abbiamo tolto il latte che gli provocava forte stitichezza ed ha bevuto latte di soia fino ai 2 anni circa.Il pranzo e la cena era consumato sempre stando seduto a tavola su apposito seggiolino.
SONNO fino a 18 mesi spesso la notte si svegliava e restava sveglio per un po anche a causa della dermatite atopica di cui è affetto poi con antistaminici la situazione è migliorata/si addormenta dondolato nel passeggino e poi spostato nella propria culla.
CIUCCI fino ad 1anno e mezzo e biberon fino ai due anni circa.
TELEVISIONE circa 2 ore al giorno sempre cartoni con musichette per bambini molto piccoli.Tablet intorno ai 2 anni giocava ai vari giochi per bambini ma ho poi tolto completamente avendo visto il bambino molto preso dal tablet
SVILUPPO PSICO MOTORIO il bambino inizialmente era tenuto alternativamente in braccio o seggiolino poi passeggino tappetto grande con recinto sempre insieme al gemello liceri di muoversi e giocare poi con il gattonamento il recinto è stato aperto e i bambini erano liberi di esplorare la casa poi durante la primavera ed estate passano molto tempo in giardino
SEDUTO DA SOLO 7/8mesi.
Si trascina per terra a 10 mesi
1 anno gattona
15 mesi cammina
Il bambino è molto abile sale sulle sedie sui divani sulle scale un po ovunque non ha difficoltà motorie
CONTROLLO SFINTERI 1 anno e mezzo giorno e notte spannolinamento senza difficoltà
SVILUPPO RELAZIONALE E COMUNICATIVO
Primi sorrisi intorno 2-3 mesi il bambino mostrava interesse verso i giochi i vari e le persone.
SUCCESSIVAMENTE
È sempre stato un bambino piuttosto tranquillo legato alla madre ci sono stati periodi in cui piangeva al distacco dalla madre ma dopo un po si calmava.Poi col tempo il distacco dalla madre sempre per brevissimi momenti della giornata es.per far la spesa è diventato meno travagliato e il bambino si lamentava un po ma poi era tranquillo.Attualmente ciò avviene tranquillamente.
Ora se rimproverato piange ma si calma facilmente con un abbraccio e un bacio.Per un breve periodo coinciso con l'inizio della materna e per due mesi il bambino si dimostrava diffidente nelle persone e taciturno cosa questa superata da tempo infatti ora quando viene un parente a casa lui apre la porta saluta ed è partecipativo.All'asilo dicono essere poco socievole e sempre un po sulle sue.
MODALITÀ DI ACCUDIMENTO il bambino accudito con amore in modo sereno anche se data la presenza in casa di altri 3 bambini ci si alterna avvolte in modo frettoloso nell'accudimento per poter soddisfare le esigenze anche degli altri bambini.Sicuramenti i periodi ansiosi non mancano.
FIGURE PEINCIPALI madre e padre a cui il bambino è molto legato/anche la nonna materna che coccola e gioca per brevi momenti/occasionalmente anche altri componenti della famiglia come zii e altri nonni.
IL BAMBINO è stato sempre timido e introverso mostra curiosità ed interesse per le persone sempre con la calma che lo caratterizza /in famiglia con noi genitori e i fratelli è molto più aperto coinvolgente e affettuoso rispetto alle altre persone.Mostra meno interesse ad interagire con i bambini diversi dai suoi fratelli ma non sempre dipende dalle situazioni.
CONDIVISIONE INTERESSIil bambino ci coinvolge sempre nei suoi giochi richiamandoci più volte /vuole giocare insieme a noi genitori e fratelli /se è triste o amareggiato viene a cercare abbracci e coccole.
LINGUAGGIO
Lallazione:no/vari versetti si
Prime parole intorno ai 2 anni con poche parole singole ma
ripeteva le filastrocche questo fino ai tre anni.Lui si è sempre fatto capire con i gesti indicando ciò che voleva
A 3 anni inizia l'uso del no più frequentemente rispetto al si
Negli ultimi mesi è andando ampliando il suo vocabolario ora forma frasi du 2-3 parole con verbo e sostantivo x richiede le cose o per commentare i cartoni o altro.Ma non è un chiaccherone e spesso parla a bassa voce.Non sempre risponde alle domande va sollecitato più volte ed si irrita se gli si chiede di dire qualcosa.Avvolte non si gira se chiamato ma dipende dalle situazioni perchè se gli si dice qualcosa di suo gradimento si gira e fa ciò che gli si chiede come es.uscire a fare passeggiate.
INTERRESSE E CURIOSITA PER OGGETTI
Gioca con tanti giochi differenti in modo approppriato puzzle costruzioni macchinine scivoli giostre plastilina pittura disegna balla canta suona il flauto a suo modo fa finta di fare le magie,gioca con i trenini sulle rotaie costruendosi la ferrovia,guarda i cartoni in particolare masha e orso da quale imita tutti i movimenti
Disegno spontaneo:scarabocchi,cerchetti con occhi e sorriso,disegna la frutta
COMPRENSIONE RICHIESTE
Da qualche tempo esegue alcune richieste che gli vengono fatte ma solo se di suo gradimento altrimenti resta indifferente/comunque comprende tutto ciò che viene detto
COMUNICA CIÒ che vuole se però non lo si viene capito tende a chiudersi
COMPORTAMENTO Bambino tranquillo dolce gioioso felice introverso e molto timido
Rispetta le regole più importanti come mangiare a tavola o stare seduti nel seggiolone in auto e altro /devo pur dire che il bambino fino a poco tempo fa è stato poco rimproverato proprio perchè si comporta generalmente bene ed ora quando è sgridato piange ma si consola subito con un abbraccio
Fa pochi capricci e non ha particolare paure.A scuola piange se rimproverato.
SCOLARIZZAZIONE
2 Ore al giorno asilo nido ad 1anno e mezzo x 4 mesi inserimento tranquillo salvo qualche pianto
Sezione primavera a 2 anni inserimento tranquillo tranne pochi giorni in cui si lamentava
3 anni inserimento scuola materna prima in classe con il fratello gemello poi separati dopo 10 giorni in classi diverse xche a dire delle maestre si influenzavano.La reazione alla separazione sembrava tranquilla invece poi c'è stato un blocco e il bambino si è chiuso e per un po di tempo parlava quasi mai .P. sembra sereno a scuola ma diffidente anche se partecipa volentieri alle varie attività ma si relaziona poco con gli altri bambini e sembra non voler condividere i giochi.Ho ricevuto diverse lamentele sulla poco socializzazione e lo scarso linguaggio.
RAPPORTI SOCIALI
Le occasioni di incontro sono occasionali con le persone che vengono a trovarci a casa e le poche volte che si esce a fare le passeggiate soprattutto in inverno.Noi prediligiamo portare i bambini in luoghi tranquilli a contatto con la natura boschetti pinete mare e ogni tanto passeggiate in paese.La nostra è una famiglia che ama la tranquillità amante della natura.Poi ci sono occasionalmente gli incontri con i parenti nonni zii e cugini.
SITUAZIONI FAMILIARI E AMBIENTALI
Siamo una famiglia tranquilla come le dicevo amante della natura e non del caos .Io personalmente sono sempre stata una persona introversa e riflessima da piccola molto timida.
Comunque le occasioni per stare con tante persone ci sono tipo durante le feste a cui partecipiamo tipo compleanni carnevale natale e altro.
GIORNATA TIPO
Sveglia 7.30 circa asilo alle 9 poi lo riprendo dall'asilo verso le 14.Pomeriggio tra cartoni varie attività creative con la madre giochi con fratelli musica balli giochi in giardino CEna ore 19 c tutti insieme a tavola e a letto ore 9 circa con un po di cartoni nel proprio lettino ma accanto alla madre fino all'addormentamento.In camera i bambini sono tutti insieme.MODALITÀ EDUCATIVE in base alle sitazioni ferme o permissive quindi variabili senza dubbio.

CERCHERÒ A BREVE DI COMPILARE IL QUESTIONARIO ANCHE PER IL GEMELLO

Scusi dott. Ho dimenticato di indicare nella giornata tipo di mio figlio anche che buona parte del tardo pomeriggio il bambino gioca con il padre e infatti volevo anche sottilineare che entrambi noi genitori sia sempre presenti e giochiamo spesso con tutti i bambini.

Le ho inviato anche due video dei bambini la ringrazio

Ho visto i due video, uno dei 4 figli che giocano col padre e l'altro con i due gemellini sullo scivolo. Anche se un po' brevi e generici non emergono segni o sintomi di nessuna patologia dello sviluppo, così come dalle notizie inviate per un gemellino. C'è un ritardo del linguaggio, forse accentuato dallo stress a scuola, ma niente di patologico, mi pare. Nel complesso mi sembra che si possa pensare a un qualche disagio nell'ambiente scolastico, e forse in genere col mondo extra-familiare, come per una qualche differenza fra mondo di casa e mondo esterno, cui i due gemellini non si sono ancora abituati e che li fa chiudere un po' a riccio, difensivamente, ognuno a suo modo. La richiesta di sostegno mi sembra assurda: è un provvedimento destinato alle persone con handicap, ma oggi il caos in questo campo è sovrano. Se il vostro pediatra conosce bene i bambini e la vostra famiglia parlatene magari con lui, per avere il suo parere e capire come difendervi al meglio, sia voi che i vostri bimbi, da pressioni e provvedimenti probabilmente sbagliati e dannosi. La vostra precedente esperienza con i due più grandi dovrebbe aiutarvi a resistere e vedere le cose con i vostri occhi. Non sembrano emergere disfunzioni familiari. I vostri parenti che dicono dei bimbi in generale, o della vostra organizzazione familiare?
Aggiungo: la logopedia non insegna a parlare ai bambini; io non la vedo utile nei semplici ritardi che normalmente si risolvono spontaneamente, in un ambiente normalmente stimolante. I pochissimi casi che non imparano a parlare ( si parla di afasie o disfasie evolutive, a causa sconosciuta), hanno sempre fatto anni di logopedia senza spesso alcuna utilità specifica.
Ora ovviamente tutto viene fatto cadere nel calderone dello 'spettro autistico', on effetti disastrosi da cui è bene cercare di difendersi.

Grazie della sua risposta la nostra pediatra ci ha consigliato la npi esperta in autismo in quanto lei dice che per un gemello non vede nulla di strano ma magari il npi sa cogliere delle sfumature che lei non vede,frase questa senza alcun senso per noi e poi con l'altro bambino con problemi di linguaggio lei ha provato a chiamarlo e non si è girato e gli ha chiesto di prenderle una macchinina e lui non lo ha fatto quindi per lei il sospetto di autismo potrebbe essere fondata ma le dico pure che la pediatra ha visto i bambini alle ore 20 ed erano stanchi.Capisce la situazione assurda.Riguardo ai parenti son tutti daccordo nel dire che in A. Nonc'è alcun problema assolutamente invece in P. si pensa che il bambino sia solo molto timido e introverso anche conoscendo il fatto che in famiglia siamo quasi tutti dalla parte materna persone introverse amanti della tranquillità.Faremo a breve questa visita nella speranza di notizie migliori anche se lei mi rincuora tanto.Grazie

Grazie della sua risposta la nostra pediatra ci ha consigliato la npi esperta in autismo in quanto lei dice che per un gemello non vede nulla di strano ma magari il npi sa cogliere delle sfumature che lei non vede,frase questa senza alcun senso per noi e poi con l'altro bambino con problemi di linguaggio lei ha provato a chiamarlo e non si è girato e gli ha chiesto di prenderle una macchinina e lui non lo ha fatto quindi per lei il sospetto di autismo potrebbe essere fondata ma le dico pure che la pediatra ha visto i bambini alle ore 20 ed erano stanchi.Capisce la situazione assurda.Riguardo ai parenti son tutti daccordo nel dire che in A. Nonc'è alcun problema assolutamente invece in P. si pensa che il bambino sia solo molto timido e introverso anche conoscendo il fatto che in famiglia siamo quasi tutti dalla parte materna persone introverse amanti della tranquillità.Faremo a breve questa visita nella speranza di notizie migliori anche se lei mi rincuora tanto.Grazie

QUESTIONARIO SULLO SVILUPPO PSICOMOTORIO SIMBOLICO-LINGUISTICO E RELAZIONALE PER GEMELLO A.

composizione familiare genitori di 36 e 39 anni e 4 figli di 8 -6- gemelli di 3 anni...;

età del bambino 3 anni

problemi in gravidanza...nessuno..........

NASCITA
a che settimana 36+5 giorni………….
Parto cesareo…………
alla nascita : peso 2900kg altezza49cm, circonferenza cranica 34cm ...
(eventuali curve di accrescimento epoche successive)……...
indice di Apgar: 1'9……./ 5'……10….. durata del ricovero in ospedale……..3 giorni

PRIMI MESI
allattamento:……. artificiale prima ogni 2 poi ogni 3 ore.. difficoltà.nessuna..
inizio pappine, minestrine, 5 mesi .
svezzamento regolare senza difficoltà il bambino mangiava tutto ciò che gli veniva proppsto tranquillamente, ha lasciato il biberon verso i due anni per poi mangiare il latte nel tazzone
eventuali difficoltà...nessuna.
ritmo sonno veglia nei primi mesi, orari, difficoltà...Dormiva tranquillamente tra una pasto e l'altro per qualche ora
persone che lo accudivano.prevalentemente la mamma ..un po il papà e occasionalmente la nonna materna

EPOCA SUCCESSIVA
alimentazione.è proseguita con i vari alimenti sempre in modo tranquillo il bambino mangiava quasi tutto.., sonno .riposini pomeridiani e notti abbastanza tranquille..., addormentamento dondolandolo sul passeggino e intorno ai 2 anni nel proprio lettino accanto a mamma o papà fino all'addormentamento
abitudini /ciuccio..tolto verso l'anno e mezzo.. tempo video: televisione, telefonini, tablet..guarda cartoni e video con canzoncine per bimbi piccoli circa 2 ore al giorno

- SVILUPPO PSICO-MOTORIO:
dove veniva tenuto preferenzialmente dopo i primi mesi, da sveglio: in braccio, nel lettino, nel box, sul passeggino, sul tappeto, libero di muoversi ecc. IL bambini inizialmente era un po in braccio o sul seggiolino poi passeggino e tappeto con recintopoi libero di muoversi in casa con il gattonamento....
seduto da solo a che età .....7 mesi
primi spostamenti a che età e come: gattona 9 mesi
primi passi da solo.....12 mesi...
capacità motorie attuali....corre salta balla si arrampica dappertutto sale e scende le scale e tanto altro
controllo sfinterico (pipì e popò nel vasino/wc) a che età...2anni e mezzo..

- SVILUPPO RELAZIONALE
RELAZIONE e COMUNICAZIONE nel primo anno di vita
primi sorrisi ...2 mesi
curiosità verso oggetti e persone, attenzione,seguecon lo sguardo
Modi di comunicare e richiamare l'attenzione con versi o piangendo comunque si fa capire
Successivamente:
facilità a capirlo e interagire
facilità al pianto si agita di frequente ma è facile consolarlo ..con baci e abbracci
reazione di fronte a persone e ambienti nuovi nulla di particolare
Modalità di accudimento serena ma frettolosa data la presenza degli altri 3 bambini comunque amorevole e affettuosa.

FIGURE PRINCIPALI cui è attaccato....madre e padre ..fratelli occasionalmente nonna materna...... i bambino è abituato a vedere altri adulti, parenti, amici occasionalmente

REAZIONI AL DISTACCO dai genitori....brevi periodi in cui il bambino piangeva al distacco dalla madre ma x poco tempo............

INTERESSE E CURIOSITÀ VERSO LE PERSONE .... adulti ...... bambini.....lui è curioso di tutto sia persone che bambini e tutto ciò che lo circonda

CONDIVISIONE condivide attivamente giochi attività stati d'animo con noi genitori con i fratelli ..

- SVILUPPO SIMBOLICO - LINGUISTICO
LINGUAGGIO (età di inizio dei vari punti indicati):
lallazione, no gorgheggi si
prime parole ......intorno ai 2 anni
due parole insieme ...2 e mezzo
uso del no e del sì ...2 e mezzo.
frase minima (verbo e sostantivo )..3 anni parla discretamente conosce tantissime parole risponde e fa domande..
capacità di dialogo ..si
INTERESSE E CURIOSITÀ PER GLI OGGETTI
USO DEI GIOCHI e degli oggetti ( gioco funzionale ....imitativo .....rappresentativo ), descrivete come usa giochi e oggetti.Gioca con tutti i tipi di giochi in modo approppriato costruzioni trenini pittura timbri utilizza la colla x incollare pezzi di carta disegna ama la scrittura conosce alfabeto e numeri scrive con i tratteggi va sullo scivolo e giostrine varie /ama fare le torte con la mamma ,fa finta di far magie, di parlare al telefono/di avvitare col trapano e molto altro
DISEGNO SPONTANEO
scarabocchio , linee, cerchi omino-testone ... figure, casetta,
Disegna bambini facendo cerchi con sorriso capelli occhi orecche e arti /scrive liberamente alcune lettere/casette
Durata del gioco soprattutto con il disegno e pittura lunga per il resto più o meno breve/ama che gli si vengano letti i libri.... ...

COMPRENSIONE DELLE COSE E DELLE RICHIESTE ...si comprende bene.

COMUNICAZIONE DEI SUOI BISOGNI E DESIDERI ..comunica dicendoci ciò che desidera..

- COMPORTAMENTO
(tranquillo, iperattivo,vivace collaborativo ,socievole e affettuoso ma anche timido
adesione a regole, orari, limiti, ....non ama essere rimproverato urla o piange per dimostrarsi contrariato ma si consola subito con le coccole che cerca lui poco dopo/le regole più importanti le rispetta
.
reazione a divieti, frustrazioni ....avvolte si arrabbia e piange o urla
...
paura di alcuni cartoni o scene dei cartoni che gli mettono ansia

- SCOLARIZZAZIONE
asilo nido …1 anno e mezzo solo 2 ore al giorno per 4 mesi……. Inserimento tranquillo pochi pianti……/a 2 anni sezione primavera inserimento graduale e tranquillo pochi pianti comunque sempre insieme al gemello.
Scuola materna …3 anni dapprima in classe col gemello poi di seguito separati su consiglio delle maestre a loro dire si influenzavano troppo………….. eventuali difficoltà di inserimento, ambientamento......per una settimana dall'inserimento il bambino era nervoso e non mangiava molto a casa.A scuola lamentano poca socializzazione con i bambini e agitazione in particolari occasioni ma il bambino è collaborativo e partecipa a tutte le attività fatte a scuola dicono che sotto l'aspetto cognitivo tutto ok anzi si dimostra conoscere molte cose ma il comportamento non va bene(noi ancora non capiamo il significato di queste parole)il bambino dicono è diverso dagli altri nel comportamento.Il bambino da dicembre non vuole più andare all'asilo e all'ingresso è sempre intimorito abbassa la testa poi vede la maestra e le da subito la mano.Sta spesso vicino alle maestre.Conosce i nomi di tutte le maestre e dei bambini.Per loro c'è un problema per noi genitori e le persone che lo conoscono no.Anzi è un bambino meraviglioso sicuramente un po ansioso come il fratello maggiore.

RAPPORTI SOCIALI, occasioni di incontri con altri, parenti, amicizie, ambiente extrafamiliare ....Occasionalmente incontriamo i familiari in occasioni di festa o le domeniche/come famiglia noi amiamo la tranquillità e la natura i posti sereni non il caos.... ..comunque il bambino ama uscire e sempre con molta curiosità partecipa a qualsiasi attività si debba fare..

- SITUAZIONE AMBIENTALE E FAMILIARE
ai...
Organizzazione familiare per l'accudimento sveglia ore 7.30 cartoni colazione giochi e asilo ore 9,alle 14 tornano a casa e il pomeriggio è dedicato ai giochi varie attività creative incasa e in giardino con la madre e il padre e con la presenza dei fratelli. Alle 21 a letto nel proprio letto con accanto il padre fino all'addormentamento e guardaun po di cartoni...
modalità educative (permissive, e ferme, ma pur sempre variabili a seconda delle situazioni, orari di sonno solo notte dove dorme nel proprio lettino .....).........,
tempo video (cioè passato alla televisione, video-giochi, telefonino ecc)2 ore circa al giorno cartoni ama masha e orsodella quale imita ogni gesto.

La ringrazio tanto per una sua risposta eventuale.Buona giornata

Anche nelle notizie per A non vedo ' campanelli d'allarme'. Probabilmente la scuola è intervenuta indebitamente separando i gemelli. Anche questa è una cosa che tocca ai genitori decidere, magari dopo aver sentito il parere di qualche esperto. La scuola a volta prevarica su competenze specifiche dei genitori. Forse si è creato un conflitto fra casa e scuola e il bimbo non si sente molto a suo agio nel varcare la soglia dell'asilo. Ci vuole probabilmente un chiarimento fra scuola e genitori, stabilito che tocca ai genitori decidere se consultare degli specialisti o meno, e la scuola non deve fare pressioni, può solo segnalare eventuali comportamenti problematici. Anche il sostegno - che non si pone in questo caso - può essere accettato o rifiutato dalla famiglia, e non può essere imposto se i genitori non lo richiedono e contro la loro volontà.

Ancora grazie per le sue risposte di cui terremo sicuramente conto.

Salve dott.Benedetti,la volevo aggiornare su la situazione anche per avere una sua opinione.Abbiamo fatto una visita da una medico esperto in autismo ma guardi siamo punto e a capo.Praticamente la visita è stata incentrata solo aull'autismo sin da subito e le domande che ci poneva erano esclusivamente riferite appunto allo spettro autistico.Nonostante noi facessimo notare come i nostri bambibi in famiglia siano sempre allegri socievoli ,che giocano con tutto facendo tanti tipi di giochi tra di loro,con noi e con i fratelli,che ci coinvolgono nel gioco,per il npi quello che contava era esclusivamente la socializzazione/relazione con l'estraneo e nel gruppo quindi il conportamento del bambino nell'ambiente famigliare non è preso in considerazione.Inoltre abbiamo cercato di spiegare la situazione della separazione dei bimbi a scuola ma era irrilevante.Durante la visita il medico ha cercato di relazionarsi ai bambini per pochissimo tempo chiedendo "come ti chiami" e proponendo di giocare.Il gemello A.rispondeva ma si spostava immediatamente verso i vari giochi presenti nella stanza passando da un gioco all'altro ma le assicuro che normalmente con lui si interagisce facilmente e risponde sempre alle domande non solo a noi ma anche con glu astranei.Per lui la diagnosi è stata disturbo del neurosviluppo da definire.Invece per il gemello P. quello con difficoltà nel linguaggio,durante la visita ha continuato a giocare con i vari giochi restando quasi indifferente ai richiami del npi solo una volta si è alzato per giocare ma poi due secondi dopo si è riseduto.Il bambino come le dicevo in famiglia interagisce tanto ma in presenza di altre persono si blocca anche se ora migliora ogni giorno su questo punto.Quindi per lui la diagnosi è stata di nuovo di sospetto spettro autistico da inquadrare.Però dott. io ho fatto notare al medico come io stessa e la mia famiglia siamo persone riservate che amano la tranquillità e che io da piccola sono sempre stata timida la risposta è stata:"quella che prima era chiamata timidezza oggi è considerato un disturbo una sfumatura dell'autismo" .Ora per piacere mi dica lei cosa significa questa frase per me senza fondamento?cosa significa disturbo del neurosviluppo diagnosticato al gemello A.?Comunque la terapia prevista è psicomotricità e logopedia ad entrambi.Logicamente con la previsione di tutta una seria di esami e test che data la situazione ci sembrano esagerati.Ora la prego mi dica cosa ne pensa e cosa secondo lei sarebbe giusto fare .La ringrazio anticipatamente.

Siete capitati male. Vi consiglio di evitare persone 'esperte nell'autismo', sono deformate e non vedono altro. Il 'delirio' dilagante non accenna a diminuire. Resto dell'idea che l'andata a scuola e la separazione dei gemelli e il resto abbia costituito una fonte di stress e abbia fatto scattare una crisi familiare. Cercate di recuperare la tranquillità e di ristabilizzare "la barca" così che anche i bimbi si sentano più tranquilli. E vediamo come vanno avanti. Se volete ci possiamo vedere in skype con un consulto privato così da avere un po' di tempo per vedere i bimbi e per poter parlare direttamente. Le modalità sono indicate nei 'consulti online privati'.

Grazie dott.per la sua risposta nelle sue parole ci ritroviamo tanto ci sembra di essere caduti in questo brutto sistema fatto di sospetti e di parole campate in aria che non ascolta i genitori e non cerca di capire i bambini nel loro essere bambini .Si ci piacerebbe un consulto via skype vedo le info e poi le faccio sapere.La ringrazio.

_________________________

AVVISO IMPORTANTE: i consulti on/line hanno solo valore di consigli e non intendono sostituire in alcun modo la visita medica o psicologica diretta.